UEFA Nations League 2022-2023, i risultati della 4° giornata

LEGA A

GRUPPO 1

Danimarca-Austria 2-0: gli scandinavi segnano due gol nel primo tempo con Wind e Skov Olsen e controllano il match nella ripresa ottenendo, alla fine, tre punti d’oro con i quali rimangono in vetta con 9 punti. A settembre la trasferta a Zagabria, contro i croati secondi a -2, sarà decisiva per l’accesso alla fase successiva, mentre gli austriaci dovranno espugnare Parigi per evitare la retrocessione in Lega B.

Francia-Croazia 0-1: ai balcanici è sufficiente un rigore di Modric al 5° minuto per portar via da Parigi tre punti importantissimi che li confermano al 2° posto con 7 punti e danno loro la possibilità di giocarsi il primo posto in casa contro i danesi a settembre. La Francia, detentrice del trofeo, dovrà invece battere l’Austria per non rischiare di retrocedere.

GRUPPO 2

Spagna-Repubblica Ceca 2-0: con due gol per tempo, di Soler prima e Sarabia poi, gli iberici scavalcano il Portogallo caduto a Ginevra e vanno in testa al raggruppamento con 8 punti. I cechi restano, invce, a 4 e ora devono stare attenti alla Svizzera, contro cui si giocherà presumibilmente la permanenza a settembre nell’ultima giornata.

Svizzera-Portogallo 1-0: Seferovic sorprende i lusitani dopo un solo minuto di gioco e per gli elvetici la partita si trasforma in una battaglia di contenimento che impedisce agli avversari, anche grazie alle parate del secondo portiere Omlin, di capitalizzare le numerose occasioni create. Il Portogallo perde così la vetta e a settembre dovrà battere la Repubblica Ceca per provare a ritornarvi, ma il rischio di essere addirittura agganciati è alto.

GRUPPO 3

Germania-Italia 5-2: sconfitta vergognosa in quel di Moonchengladbach per i nostri, travolti senza appello da Kimmich, Gundogan su rigore, Muller e perfino da due reti di Werner. I tedeschi ci risparmiano sbagliando parecchi gol e nel finale recuperiamo un minimo di dignità con Gnonto e Bastoni, ma la prestazione è e resta comunque scadente sotto ogni aspetto. Ci aspettiamo di meglio, se c’è.

Inghilterra-Ungheria 0-4: Sallai segna dopo appena quindici minuti e replica a venti minuti dal termine. Da lì in poi gli inglesi crollano del tutto e Nagy e Gazdag infieriscono con una rete a testa che consegna ai magiari un successo storico e roboante che li porta in vetta al raggruppamento con 7 punti.

GRUPPO 4

Olanda-Galles 3-2: i padroni di casa partono bene e dopo 23 minuti sono già sul 2-0 grazie a Lang e Gakpo, ma i gallesi accorciano già al 26° con Johnson e, dopo un lungo inseguimento, pareggiano al 92° con un penalty trasformato da Bale. Al 93°, però, Depay riporta definitivamente in vantaggio gli Orange e li mantiene al comando da soli con 10 punti, a +3 sul Belgio.

Polonia-Belgio 0-1: Batshuayi regala la vittoria ai belgi consolidandone il 2° posto a 7 punti.

LEGA B

GRUPPO 1

Armenia-Scozia 1-4: Bichakhchyan illude gli armeni, poi rimontati e travolti dalla doppietta di Armstrong e dai centri di McGinn e Adams. Gli scozzesi vanno a 6 punti e vanno a -1 dall’Ucraina capolista l’Armenia a 3.

Ucraina-Irlanda 1-1: Dovbyk riprende Collins e tiene in testa da soli, con 7 punti, gli ucraini.

GRUPPO 2

Islanda-Israele 2-2: è un botta e risposta vero e propio quello visto a Reykjavik, iniziato da Þorsteinsson e proseguito con il primo pareggio israeliano causato da una deviazione sfortunata di Gretarsson; dopo il momentaneo 2-1 siglato da Helsagon, Peretz ha fissato il risultato sul 2-2 finale. Israele è in vetta con 5 punti, mentre l’Islanda è 2° con 3.

GRUPPO 3

Bosnia ed Erzegovina-Finlandia 3-2: Pukki e Kallman ribaltano l’iniziale vantaggio bosniaco firmato Pjanic, ma Dzeko risponde con una doppietta e consegna ai suoi successo e primato con 8 punti.

Romania-Montenegro 0-3: la tripletta di Mugosa tiene i montenegrini al 2° posto a -1 dalla Bosnia ed Erzegovina.

GRUPPO 4:

Norvegia-Svezia 3-2: la solita doppietta di Haaland e il sigillo finale di Sorloth, a cui né Forsberg Gyokeres riescono a porre rimedio, lanciano i vichinghi verso la vittoria del girone: il 1° posto, con 10 punti, e il +3 sulla Serbia paiono indicazioni rassicuranti. Gli svedesi, invece, restano penultimi con 3 punti e devono stare attenti alla Slovenia ultima con 2.

Slovenia-Serbia 2-2: Gnezda Cerin e Sesko rimontano i gol serbi di Zivkovic e Mitrovic e vanno a -1 dalla Svezia. I serbi, invece, vanno a 7 e vedono l’allungo della Norvegia.

Romania-Norvegia

LEGA C

GRUPPO 1

Lussemburgo-Far Oer 2-2: i due gol di Bjartalio vanificano il doppio vantaggio lussemburghese sancito da un penalty di Rodrigues e dal centro di Barreiro e così la selezione del Granducato perde contatto con la Turchia capolista rimanendo a -5.

Turchia-Lituania 2-0: Ayhan e Calhanoglu su rigore sbrigano la pratica e i turchi, ormai quasi definitivamente, possono dire di aver vinto il proprio raggruppamento. Basterà un solo punto a settembre per l’ufficialità.

GRUPPO 2

Irlanda del Nord-Cipro 2-2: una doppietta di Kakoullis pare lanciare i ciprioti, ma i nordirlandesi rispondono con McNair ed Evans e strappano un buon punto con il quale impediscono agli avversari di distanziarli in classifica.

Grecia-Kosovo 2-0: Giakoumakis e Mantalos stendono i balcanici e permettono ai greci di vincere il girone con ben due gare di anticipo: il Kosovo, infatti, è a 6 punti e ha perso entrambi gli scontri diretti con la Grecia, a quota 12.

GRUPPO 3

Kazakistan-Slovacchia 2-1: con i gol di Vorogovskiy e Astanov i kazaki vincono lo scontro diretto e ipotecano la vittoria del girone essendo a +4 proprio sugli slovacchi. Inutile il gol di Bero.

Azerbaigian-Bielorussia 2-0: gli azeri vincono grazie alle reti di Emreli e Seydayev e scavalcano al terzo posto i bielorussi.

GRUPPO 4

Georgia-Bulgaria 0-0: nessun gol in 90 minuti e i georgiani, sempre primi, vanno a 10 punti.

Macedonia del Nord-Gibilterra 4-0: Bardhi, Torrilla (autogol), Miovski e Curlinov sbrigano la pratica in mezz’ora e i tre punti conseguiti permettono ai macedoni di rosicchiare due punti alla Georgia.

LEGA D

GRUPPO 1

Moldavia-Andorra 2-1: i rigori di Caimacu e Nicolaescu, intervallati dal gol di Vieira, danno ai moldavi il 2° posto con 7 punti, mentre i pirenaici rimangono terzi a quota 4.

Liechtenstein-Lettonia 0-2: Gustovskis realizza la doppietta che consegna virtualmente la vittoria del girone ai lettoni.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana