UEFA, FIFA, ECA, politica e Federazioni contro la Superlega: le possibili sanzioni ai club partecipanti

Le più importanti organizzazioni europee e mondiali di calcio, oltre ai maggiori esponenti politici, si scagliano con forza contro il progetto Superlega, minacciando pesanti sanzioni

La notizia bomba che circolava nella giornata di ieri è ormai esplosa definitivamente, tutti i club per ora partecipanti hanno annunciato la creazione della Superlega. Velocissime e in alcuni casi addirittura precedenti al fatto, sono state le risposte dal mondo del calcio e dal mondo politico.

Oltre all’indignazione dei tifosi e dei commentatori come Gary Neville( che la considera un affronto ai tifosi) pesanti sono state le parole della UEFA in un comunicato uscito nel tardo pomeriggio di ieri dove sono presenti importanti minacce.

I club che parteciperanno alla Superlega non potranno prendere parte ai campionati nazionali e ovviamente alle coppe europee, in più i giocatori di queste squadre non potranno essere convocati in nazionale. Nel comunicato sono nominate anche la Lega serie A, la Premier e La Liga che appoggiano la UEFA e una causa di 50 miliardi di euro.

Anche la FIFA con toni più docili ha preso posizione contro un evento che “viola ogni valore di questo sport”, stesso discorso vale per l‘ECA, della quale era presidente Andrea Agnelli che infatti ha presentato le dimissioni e dalla quale sono uscite le 12(per ora) squadre fondatrici.

I capi di governo si sono accodati alle organizzazioni calcistiche europee e mondiali: Macron, Johnson e Letta lo considerano un vero e proprio attacco ai singoli campionati nazionali, oltre all’eliminazione del concetto di meritocrazia.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus