Ufficiale: UEFA autorizza apertura stadi ai tifosi con pubblico pari al 30% della capienza

Sì al ritorno del pubblico negli stadi: la notizia arriva direttamente dalla UEFA che ha diramato un comunicato ufficiale attraverso il proprio sito internet. Il massimo organo calcistico europeo, sfruttando il banco di prova della Supercoppa disputata a Budapest lo scorso 24 settembre, ha deciso di garantire l’accesso agli stadi sino al limite del 30% rispetto alla capienza degli impianti. Le nuove regole UEFA sono ovviamente subordinate alle leggi diramate da ogni Paese e saranno valide a partire dai prossimi match di UEFA Nations League in programma dal prossimo 10 ottobre. Nel comunicato viene però specificato che i tifosi della squadra ospite non potranno avere accesso allo stadio sino ad ulteriori disposizioni.

Logo ufficiale UEFA

UEFA, ammesso accesso agli stadi fino al 30% della capienza degli impianti: il comunicato ufficiale

“Il Comitato esecutivo della UEFA ha deciso, ispirandosi al match-pilota di Supercoppa che si è tenuto lo scorso 24 settembre a Budapest, di consentire il ritorno negli stadi al pubblico, dove le leggi lo permettono, a partire dai prossimi match per le Nazionali.

Il numero di spettatori consentito verrà portato sino al 30% di capienza dei rispettivi stadi, e ai tifosi ospiti sarà negato l’accesso sino a prossime indicazioni.

Sia la capacità massima consentita, che l’accesso del pubblico sono subordinati alle decisioni delle autorità locali. I match organizzati dalla UEFA non possono essere giocati in presenza di pubblico là dove le autorità locali non lo consentano, e il limite del 30% potrà essere applicato solo dove il limite imposto dalle autorità locali non sia inferiore. In tal caso, il limite imposto localmente verrà applicato.

Il distanziamento sociale srà obbligatorio per gli spettatori ae ulteriori misure di prevenzione, come l’utilizzo di mascherine, deve essere implementato in accordo alle normative vigenti localmente.

Queste misure fanno parte ‘delle “Minime condizioni di igiene e salute richieste dalla UEFA per il ritorno negli stadi ‘, approvate dal Comitato Esecutivo UEFA, e che gli organizzatori dei match dovranno rispettare. Comunque sia, tle esatte misure di salute e sicurezza tche devono essere adottatdevono essere basate sulla situazione locale e su specifiche leggi e regolamenti imposti dalle autorità locali competenti”.

Una decisione importante per compiere un primo passo verso il ritorno alla normalità anche a livello continentale. Il presidente Ceferin ha voluto sottolineare come la UEFA abbia lavorato nel pieno rispetto delle diverse normative locali, ponendo la salute dei tifosi al primo posto.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus