Torino-Juventus 2-2, Pirlo: “Ci complichiamo le cose da soli. Se non vinci non puoi essere soddisfatto”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a DAZN dopo il pareggio deludente per 2-2 ottenuto nel derby contro il Torino. Il tecnico non contento dei troppi errori di concentrazione commessi nelle ultime partite

Non si riscatta la Juventus che dopo la sconfitta contro il Benevento non va oltre il 2-2 nel derby contro il Torino, giocando un’altra brutta partita.

I bianconeri vanno in vantaggio con Chiesa al 13′, ma Sanabria pareggia i conti per i granata al 27′. Ad inizio secondo clamoroso errore di Kulusevski e l’ex Betis si regala la doppietta con la complicità di Szczesny, poi nel finale Ronaldo salva la Juventus.

Ancora una volta un errore nei primi secondi di un tempo, come già accaduto nelle due sfide di Champions League ed ancora un gol regalato come accaduto contro la Lazio. Errori di concentrazione che non vanno giù ad Andrea Pirlo che ha espresso il suo disappunto a DAZN: “Purtroppo ci complichiamo le cose da soli. E’ un gol simile a quello che abbiamo preso con la Lazio, sono errori che purtroppo stanno capitando un po’ troppo spesso, perdiamo di concentrazione, anche perchè il secondo tempo era iniziato da pochissimi secondi, quindi dobbiamo migliorare, dobbiamo capire che non possiamo stare deconcentrati neanche un secondo in questo momento, perchè ogni volta che perdiamo palla su qualche disimpegno poi alla fine prendiamo gol”.

Ciò che è stato imputato a Pirlo in questa partita è stata la mancanza di profondità ed il non essere riusciti a sfondare centralmente. Il tecnico bianconero ha dichiarato come sia difficile attaccare la profondità con squadre che si chiudono quasi nella loro area di rigore. Dopo aver preso il secondo gol per Pirlo la squadra ha reagito, ma non è facile giocare contro una squadra che si è compattata in difesa: “Non mi è sembrato, dopo il secondo gol comunque abbiamo ripreso in mano la partita, abbiamo preso un palo, abbiamo avuto occasioni con Cristiano in area, quindi la reazione c’è stata. Ma è normale che contro una squadra che si difende con tanti giocatori in area, il gioco diventa meno fluido, meno veloce, perché devi avere il tempo di pensare e di allargare le loro maglie”.

La Juventus ha collezionato solo 1 punto nelle ultime due partite e rischia di compromettere la qualificazione alla prossima Champions League. L’umore non è dei migliori nello spogliatoio ed anche Pirlo ha confermato ciò, dichiarando come nessuno è contento del percorso fatto: “No, quando non vinci, non puoi essere soddisfatto, c’è da lavorare, c’è da migliorare, lo sappiamo, stiamo cercando di fare questo, però abbiamo bisogno di vincere le partite perché quelle ti danno serenità. E’ normale che non siamo contenti di come sta andando la stagione, stiamo perdendo tanti punti per strada, quindi c’è solo da lavorare per poter migliorare”.

Ora il club bianconero si gioca tutto contro Napoli e Genoa, dove non sono ammessi passi falsi ulteriori. Pirlo ha dichiarato come l’unica cosa da fare sia lavorare per migliorare ed ottenere finalmente risultati: “Dobbiamo lavorare su tanti principi di gioco, dobbiamo avere più soluzioni e più giocate tra le linee specialmente contro le squadre che si chiudono. In questo momento stiamo giocando molto in orizzontale e diventiamo molto prevedibili. Dobbiamo migliorare, metterci con la testa bassa e cercare di fare molto meglio“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei