Tennis, WTA Linz: Mertens e Dodin in rimonta, Kudermetova travolgente

In attesa dell’incontro di secondo turno di Camila Giorgi in programma quest’oggi, il WTA International di Linz ha registrato altri esordi nel torneo, alcuni dei quali da parte di potenziali protagoniste e candidate alla vittoria finale.

Per esempio è il caso della numero due del tabellone, la belga Elise Mertens che, dopo aver ceduto piuttosto nettamente il primo parziale, si è imposta, in maniera altrettanto veemente nei successivi due set sulla qualificata ucraina Anhelina Kalinina (2-6 6-1 6-2).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Travolgente, invece, l’esordio della russa Veronika Kudermetova, testa di serie numero cinque, che non ha lasciato nemmeno un game alla wild card locale Barbara Haas mentre la francese Oceane Dodin ha rimontato uno svantaggio di un set e un break sulla svizzera Jil Teichmann (1-6 6-4 6-2) prima di imporsi al terzo set.

Buona la prima per l’argentina Nadia Podoroska, qui sesta testa di serie, reduce dalla semifinale slam al Roland Garros, vincente sulla romena Irina-Camelia Begu (6-4 6-4) ed attesa, adesso, proprio da Camila Giorgi per un posto nei quarti di finale.

Sono invece tre le tennista già tra le migliori otto del torneo, a partire dalla russa Ekaterina Alexandrova, numero quattro del seeding, finalista nel 2018, e a segno in due set sulla connazionale Varvara Gracheva (7-5 6-1).

Avanzano in rimonta la ceca Barbora Krejcikova e la bielorussa Aliaksandra Sasnovich, la prima grazie al successo sulla belga Greet Minnen (5-7 7-6 6-4) in quasi tre ore di gioco, la seconda, invece, vincente sulla qualificata croata Jana Fett (3-6 6-1 6-3).

QUI, per il tabellone aggiornato del WTA International di Linz.

QUI, per l’ordine di gioco di oggi (in campo Giorgi).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini