Tennis, WTA Linz: avanzano Sabalenka, Mertens ed Alexandrova

Come poche volte accade, il WTA International di Linz ha rispettato quasi tutti i pronostici della vigilia, quelli del seeding, mettendo l’una di fronte all’altra, per le semifinali, tre delle prime quattro teste di serie.

Prosegue la striscia di vittorie, dopo il successo nel WTA Premier di Ostrava, di Aryna Sabalenka, qui testa di serie numero uno, che ha raggiunto la semifinale anche grazie al ritiro della sua avversaria, la francese Oceane Dodin (6-3 3-3 ritiro), messa ko da una distorsione alla caviglia nel cuore del secondo set.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

La tennista bielorussa, che questa settimana gioca con l’obiettivo di vincere il torneo per tornare tra le prime dieci giocatrici del mondo, sfiderà quest’oggi la ceca Barbora Krejcikova che ha lasciato le briciole, in un incontro mai in discussione, ad Aliaksandra Sasnovich (6-3 6-1).

Nell’altra metà del tabellone, invece, continua spedita la corsa della numero due del seeding, la belga Elise Mertens che, dopo aver sofferto contro Vera Zvonareva, ha amministrato più agevolmente l’incrocio contro un’altra tennista russa, Veronika Kudermetova (6-4 6-1), alla quale ha lasciato cinque giochi.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Per un posto in finale Mertens se la vedrà ancora contro una giocatrice russa, la testa di serie numero quattro, finalista del torneo nel 2018, Ekaterina Alexandrova che, in meno di un’ora di gioco, ha travolto l’argentina Nadia Podoroska (6-2 6-1).

Tra le due c’è un solo precedente, lo scorso anno, sull’erba di ‘s-Hertogenbosch, vinto da Alexandrova in due set mentre quello odierno tra Sabalenka e Krejcikova sarà il loro primo confronto diretto in carriera.

QUI, per il tabellone aggiornato del WTA International di Linz.

QUI, per l’ordine di gioco di oggi.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini