Tennis, WTA Dubai: avanza Sabalenka, escono Svitolina, Bencic e Kenin

Giornata di grandi sorprese nel martedì del WTA Premier di Dubai, il primo di due importanti eventi in questa fine del mese di febbraio insieme all’ancora più prestigioso torneo di Doha.

Soltanto due teste di serie, tra tutte quelle impegnate martedì per completare gli incontri di primo turno, hanno superato con successo il primo ostacolo del torneo e si tratta della numero sette e della numero otto, rispettivamente Aryna Sabalenka e Petra Martic.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

La tennista bielorussa, nell’ultimo match di giornata sul campo centrale, ha sconfitto in tre set, complicandosi un po’ la vita prima di dominare nel parziale conclusivo e decisivo, la greca Maria Sakkari (6-2 4-6 6-1) ed andando a sfidare, adesso, la storica compagna di doppio Elise Mertens.

Martic, invece, ha sconfitto piuttosto facilmente, in due set, cedendo appena sette giochi, la lucky loser Su-Wei Hsieh (6-4 6-3), eliminata nell’ultimo turno di qualificazione e rientrate in tabellone in seguito al forfait di Kiki Bertens.

Nulla da fare, invece, per la due volte campionessa del torneo e numero tre del seeding degli Emirati Arabi, ovvero l’ucraina Elina Svitolina, mai in partita contro la statunitense Jennifer Brady (6-2 6-1), proveniente dalle qualificazioni, emersa vincitrice in appena un’ora di gioco.

Subito fuori anche la campionessa uscente Belinda Bencic, fresca di best ranking di numero quattro, e quarta favorita anche del seeding, che in tre set, ha dovuto subire la rimonta della russa Anastasia Pavlyuchenkova (1-6 6-1 6-1), dominante dopo un primo parziale disastroso.

Fuori al primo turno anche la fresca campionessa di Melbourne Sofia Kenin che, nel primo torneo dopo l’incredibile successo slam in Australia, ha ceduto in tre set contro una caldissima Elena Rybakina (6-7 6-3 6-3), finalista pochi giorni fa a San Pietroburgo.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Infine, successi in tre set per la russa Veronika Kudermetova, abile a rimontare uno svantaggio di 2-5 nel terzo contro la giovane ucraina Dayana Yastremska (5-7 6-3 7-6), e per la ceca Katerina Siniankova, nel derby contro connazionale Karolina Muchova (6-4 4-6 6-0), mentre avanza in due set l’estone Anett Kontaveit, a segno contro la romena Sorana Cirstea (6-1 6-3).