Tennis, WTA Cincinnati/New York: Sakkari rimonta ed elimina Williams, travolgente Osaka

Se l’era vista brutta già all’esordio contro l’olandese Rus manifestando una condizione fisica un po’ precaria e così, il secondo ostacolo del suo cammino nel WTA Premier 5 di Cincinnati/New York si è rivelato per Serena Williams letale.

La 23 volte campionessa slam, ex numero uno del mondo, ha sprecato l’impossibile prima di uscire letteralmente dal campo, nel terzo e decisivo set, contro la greca Maria Sakkari (5-7 7-6 6-1), encomiabile nel restare fino all’ultimo aggrappata all’incontro.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Dopo aver sprecato la possibilità, al servizio per il match, di chiudere l’incontro in due set, oltre ad un discreto vantaggio (4-1) nel tie break del secondo parziale, Williams ha finito per racimolare un solo gioco nel terzo set, un po’ vittima dei crampi, un po’ furiosa per l’enorme chance gettata al vento.

Dall’altra parte della rete, però, la compostezza, la continuità fisica e la solidità nel rendimento della greca Sakkari, numero 13 del tabellone, hanno alla lunga pagato permettendole di trovare, in un modo ad un tratto insperato, uno dei successi più prestigiosi della carriera.

Nei quarti di finale Sakkari se la vedrà contro la britannica Johanna Konta apparsa fin qui in grande spolvero e che, dopo aver lasciato due giochi alla belga Flipkens, ha piegato in due set una buona rediviva Vera Zvonareva (6-4 6-2).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Sempre nella parte bassa del main draw spicca un nuovo successo per l’ex numero uno del mondo ed ex campionessa del torneo di Cincinnati nel 2013, Victoria Azarenka che, dopo aver superato Vekic e Garcia, si è ripetuta, ancora una volta in due set, ai danni di un’altra francese, Alize Cornet (6-4 7-5).

Ora per lei, che non vinceva un incontro proprio dal torneo di Cincinnati della scorsa stagione, per ottenere un posto in una prestigiosa semifinale, ci sarà la tunisina Ons Jabeur che ha spazzato via la statunitense Christina Mchale (6-3 6-0) lasciandole appena tre giochi.

Nell’altra metà del tabellone, invece, fa rumore la travolgente vittoria di Naomi Osaka, la testa di serie rimasta in corsa nelle ‘last 8’, che, in 70 minuti di gioco, ha sconfitto, senza cedere mai il servizio, l’ucraina Dayana Yastremska (6-3 6-1) la quale, proprio da quest’anno, si fa seguire dall’ex coach della nipponica, Sascha Bajin.

Per la due volte campionessa slam ed ex numero uno del mondo ora ci sarà l’estone Anett Kontaveit che, dopo la finale raggiunta a Palermo, sembra non aver perso la buona condizione messa in scena e che ieri ha confermato con un netto successo sulla ceca Marie Bouzkova (6-3 6-3).

Infine, cade un’altra testa di serie, la numero 5, la bielorussa Aryna Sabalenka che, in tre set, ha ceduto alla qualificata statunitense Jessica Pegula (6-2 2-6 6-3) che ora sfiderà Elise Mertens, vincente sulla russa Veronika Kudermetova (6-2 6-3), per un posto in semifinale.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€