Tennis, Us Open 2020: avanzano Tsitsipas, Djokovic e Zverev, fuori numerosi azzurri

Finalmente lo Us Open 2020 è iniziato, finalmente il cammino degli slam in questa stagione drammatica ha ripreso il via, finalmente incomincia lo show.

NEW YORK. Nel day one di Flushing Meadows pochissime sorprese con tanti campioni che, quindi, hanno fatto in modo autorevole e sereno il proprio esordio nel torneo, su tutti Stefanos Tsitsipas che, dopo la prematura uscita di scena, dodici mesi fa, subito al primo turno, quest’anno ha lasciato le briciole allo spagnolo Albert Ramos Vinolas (6-2 6-1 6-1).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Us Open Tennis)

Buona la prima, in sessione serale, anche per il numero uno del mondo Novak Djokovic, già in campo dopo il successo di sabato, sugli stessi campi, ma nell’evento di Cincinnati, ai danni di Damir Dzumhur (6-1 6-4 6-1), così come per Alexander Zverev, atteso dall’esordio più complesso ma emerso con personalità contro Kevin Anderson (7-6 5-7 6-3 7-5), finalista qui nel 2017.

Esordio sulla carta complicato anche per il numero sette del tabellone, il belga David Goffin che, in quattro set ha avuto la meglio sullo statunitense Reilly Opelka (7-6 3-6 6-1 6-4) mentre, a proposito di giocatori di casa, la maggiore sorpresa del primo giorno è stata la sconfitta, al tie break del quinto set, di John Isner nel derby a stelle e strisce contro Steve Johnson (6-7 6-3 6-7 6-3 7-6).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Us Open Tennis)

Capitolo teste di serie che si arricchisce con i successi di Denis Shapovalov su Sebastian Korda (6-4 4-6 6-3 6-2), di Pablo Carreno Busta, non senza problemi, su Yasutaka Uchiyama (4-6 6-3 1-6 6-3 6-3), di Jan Lennard Struff su Pedro Martinez (6-0 7-5 6-4) e di Taylor Fritz su Dominik Koepfer (6-7 6-3 6-2 6-4).

Da registrare anche le vittorie di Borna Coric e di Filip Krajinovic rispettivamente contro Pablo Andujar (7-5 6-3 6-1) e Mikael Ymer (6-2 7-6 6-3) così come quella di Christian Garin, al quinto, da due set sotto contro Ulises Blanch (4-6 5-7 6-4 6-4 6-2), mentre fa rumore la sconfitta di Diego Schwartzman (3-6 4-6 6-2 6-1 7-5), che l’anno scorso qui arrivò nei quarti, contro il britannico Cameron Norrie dissipando, tra l’altro, un buon vantaggio nel parziale decisivo.

Per quanto riguarda i colori azzurri, invece, in attesa di altri importanti esordi, tra tutti quelli di Matteo Berrettini e di Jannik Sinner previsti per quest’oggi (qui per consultare l’ordine di gioco), la prima giornata di newyorchese si rivela in realtà un grande fiasco.

Subito fuori Lorenzo Sonego, battuto in quattro set dal numero 32 del seeding, il francese Adrian Mannarino (6-1 6-4 2-6 6-3), così come Paolo Lorenzi, piegato in tre set dal giovane statunitense Brandon Nakashima (6-3 6-2 7-6).

Nulla da fare anche per Stefano Travaglia, superato dall’australiano Jordan Thompson (6-3 6-4 4-6 6-2), Federico Gaio, perdente contro il lituano Ricardo Berankis (7-6 4-6 6-4 6-4) e Marco Cecchinato, invece, battuto dal sudafricano Lloyd Harris (6-4 7-5 6-2).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini