Tennis, Emergenza Coronavirus: rinviato il Roland Garros, al via il prossimo 20 settembre

L’Emergenza Coronavirus sta dilagando in tutta Europa e tutti gli eventi sportivi stanno subendo rinvii o cancellazioni e, dopo l’annuncio dello stop di sei settimane per i circuiti ATP e WTA, la notizia odierna ha ancora più del clamoroso.

Il Roland Garros, secondo slam della stagione a Parigi, che conclude la tournée sulla terra rossa europea, cambia data e slitta, dalla fine del mese di maggio a quello di settembre, in un’inedita veste autunnale che farà sicuramente discutere.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Roland Garros)

Lo slam parigino andrà in scena dal 20 settembre al 4 ottobre 2020, rivoluzionando di fatto la stagione sulla terra rossa, già pesantemente colpita dalla cancellazione di numerosi eventi importanti come Montecarlo, Stoccarda e Barcellona, e dall’incertezza riguardo Madrid e Roma.

Il paradosso di questa situazione è che il Roland Garros, con questa nuova collocazione nel calendario, inizierà a soli sei giorni di distanza dalla conclusione di un altro slam, gli Us Open, ancora regolarmente collocati nelle loro due settimane di settembre.

A distanza di appena sei giorni due slam su due superfici diverse, in due continenti differenti, uno scenario certamente impossibile da prevedere prima ma che porterà sicuramente con sé riflessioni e dubbi.

Inoltre, sono numerosi gli eventi già in programma, in entrambi i circuiti in quelle stesse due settimane, con gli uomini impegnati a Metz, San Pietroburgo, Chengdu, Sofia e Zhuhai oltre alla Laver Cup, il torneo di esibizione a squadra giunto alla quarta edizione, e con le donne, invece, a Guangzhou, Seul, Tokyo, Wuhan e Tashkent.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini