Tennis, Berrettini nella storia: primo italiano dell’era open in semifinale a Wimbledon

Matteo Berrettini riscrive la storia: è lui il primo italiano dell’era open a raggiungere la semifinale nel torneo di Wimbledon.

Matteo Berrettini riscrive la storia: il giovane tennista italiano sta incantando sui prati di Wimbledon, dove è riuscito a sconfiggere oggi il canadese Felix Auger-Aliassime in quattro set (6-3; 5-7; 7-5; 6-3). Un risultato che gli permette di raggiungere le semifinali dello slam inglese, e di aggiungere un altro record al suo incredibile 2021.

Matteo è infatti diventato il primo tennista italiano capace di raggiungere la semifinale del prestigioso torneo londinese da quando esiste l’era Open (1968). Prima di lui c’era riuscito Nicola Pietrangeli, capace di spingersi sino in finale nel 1956. Ma quello era un altro tennis.

Berrettini si trova a competere in un mondo che negli ultimi quindici anni è stato dominato da tre “alieni” inossidabili, e che ora sta celebrando la nascita di nuovi astri, Sinner su tutti. Lui è esploso dopo rispetto all’altoatesino, ma sta raccogliendo ora i frutti della maturazione. Sarà semifinale, non certo impossibile, contro il pur ottimo Robert Hurkacz, già vincitore a Miami proprio contro Sinner.

Il polacco si è tolto lo sfizio di eliminare un certo Roger Federer (a proposito di mostri sacri), su quello che lo svizzero considera un po’ il prato di casa (ben otto vittorie, mai così tante in uno slam). Vittoria in tre set (6-3; 7-6; 6-0), quasi a voler segnare un definitivo trapasso generazionale. E chissà che anche Berrettini non possa andare oltre. Oltre a quanto di straordinario è già stato fatto. Djokovic permettendo…

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€