Tennis, Australian Open Femminile 2018: Keys domina Garcia, soffre Kerber, avanzano anche Halep e Pliskova

Decisamente meno patemi per la numero uno del mondo Simona Halep negli ottavi di finale degli Australian Open, dopo l’incredibile maratona contro Lauren Davis vinta solo al ventottesimo gioco del parziale decisivo.

In ottavi, la romena era opposta alla giovane giapponese Naomi Osaka, in buona forma e arrivata a questo punto del torneo con scalpi su Vesnina e Barty e senza perdere nemmeno un set.

Eppure, la grande attesa per la sfida con Halep, si è dissolta di fronte all’eccellente regolarità della più esperta ed attrezzata, capace di smistare bene il gioco e di approfittare dei tanti non forzati della giapponese.

Sarà una sfida simile ma sicuramente più complessa quella che attende Halep nei quarti, dove si troverà opposta alla ceca Karolina Pliskova numero sei del seeding.

In un derby tutto ceco, Pliskova ha sconfitto in rimonta la connazionale Strycova che si era aggiudicata un combattutissimo primo set al tie break dopo più di un’ora di gioco.

Ma poco dopo, Pliskova si è svegliata facendo valere la sua maggiore potenza tanto nei colpi a rimbalzo quanto nel servizio e costringendo l’avversaria ad una continua difesa.

Avanza in modo ancora convincente la statunitense Madison Keys che torna nei quarti di finale di Melbourne grazie al successo in due set sulla francese Carolina Garcia, numero otto delle classifiche mondiali.

Cinque i giochi lasciati dalla americana nel suo match di ottavi di finale dominato grazie alla potenza dei suoi colpi da fondocampo, precisi e penetranti, così come del suo servizio, fin qui, in questo torneo, particolarmente a fuoco.

Non sarà un match semplice, però, quello che la aspetta nei quarti di finale quando, dall’altra parte della rete, si ritroverà di fronte l’ex numero uno del mondo Angelique Kerber che oggi ha conquistato il suo tredicesimo successo stagionale su tredici partite disputate.

La tedesca però, ha avuto diverse difficoltà a districarsi nel gioco-trappola della Hsieh, giocatrice leggera ma estremamente varia, atipica ed insidiosa nelle sue conclusioni.

Kerber si è trovata ad un game dalla sconfitta prima di reagire, ritrovare spinta nei colpi e le armi necessarie per disinnescare quelle di Hsieh.

Come detto, nei quarti, la campionessa del 2016, sfiderà Madison Keys in una partita che promette spettacolo tra due delle tenniste apparse finora più in forma in questo torneo.