Tennis, Australian Open 2020 Femminile: avanzano Muguruza ed Halep, rimonte vincenti per Kontaveit e Pavlyuchenkova

Anche la parte bassa del tabellone femminile degli Australian Open 2020 ha emesso i suoi verdetti relativi agli incontri di ottavi di finale presentando così le migliori otto di Melbourne. 

Continua a gonfie vele la marcia di Garbine Muguruza, ex numero uno del mondo, qui agli Australian Open addirittura senza seeding, ma vincente ancora contro una top ten dopo il successo, nel turno precedente su Elina Svitolina.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Australian Open)

La tennista spagnola, campionessa a Parigi nel 2016 e a Wimbledon l’anno seguente, ha eliminato in due set, con un duplice 6-3 l’olandese Kiki Bertens raggiungendo così i quarti di finale in Australia per la seconda volta in carriera.

Nei quarti Muguruza, tornata ad allenarsi in questo 2020 con Conchita Martinez, sfiderà la russa Anastasia Pavlyuchenkova che per il secondo anno consecutivo ha raggiunto questo traguardo a Melbourne, questa volta grazie al successo, in rimonta, contro Angelique Kerber (6-7 7-6 6-2).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Australian Open)

Ottima prova anche per la numero quattro del seeding e finalista dell’edizione 2018 Simona Halep che in due set ha gestito senza grandi patemi la belga Elise Mertens (6-4 6-4), sempre piuttosto insidiosa su questi campi.

Per la tennista romena, adesso, ci sarà l’estone Anett Kontaveit che, al termine di una partita super lottata e ricca di colpi di scena, dopo aver rimontato un set ed un break di svantaggio, ha piegato la polacca Iga Swiatek (6-7 7-5 7-5) centrando così, per la prima volta in carriera, l’accesso ai quarti di finale di un major.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini