Tennis, ATP Master 1000 Shanghai: Medvedev non si ferma più, batte Zverev e trionfa in Cina

Sembra non avere fine l’incredibile ascesa di Daniil Medvedev in questa seconda metà di 2019, un’esplosione impressionante che ha reso il giovane russo un autentico dominatore del circuito.

Medvedev, alla sesta finale consecutiva nel giro di poco più di due mesi, dopo quelle vinte a Cincinnati e San Pietroburgo e quelle perse a Washington, Montreal e New York, domina senza grandi problemi un ritrovato Alexander Zverev e conquista il secondo titolo più prestigioso della carriera.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Daniil Medvedev)

Il tennista russo, apparso a tratti meno brillante nel corso della settimana rispetto alle ultime uscite sul cemento nordamericano, ma comunque difficile da scalfire, ha tenuto il meglio per la finale e, dopo essere subito scappato avanti ed aver subito una buona, ma breve reazione dell’avversario, ha finito per dominare l’incontro in poco più di un’ora di gioco.

Un 6-4 6-1 che non lascia spazio a repliche e che ha permesso a Medvedev di conquistare il secondo titolo ATP Master 1000 della carriera dopo aver trionfato nell’ultimo andato in scena, lo scorso mese di agosto a Cincinnati, di consolidare la sua quarta posizione mondiale e di salire addirittura in terza per quanto riguarda la Race che tiene conto dei risultati stagionali.

Per il russo si tratta del quarto titolo di questo 2019 pareggiando così quanto fatto da Rafael Nadal, Novak Djokovic e Dominic Thiem, insieme a lui i più vincenti quest’anno, e del settimo in carriera a riprova di un’esplosione tanto veemente e devastante quanto improvvisa.  

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini