Tennis, ATP Master 1000 Shanghai: Berrettini e Fognini volano agli ottavi, ok anche Federer

Doppia gioia per il tennis azzurro nell’ATP Master 1000 di Shanghai, l’evento più importante della tournée asiatica che ne determina anche la conclusione.

Sia Matteo Berrettini che Fabio Fognini, rispettivamente testa di serie numero undici e dieci nel torneo cinese, hanno centrato l’accesso agli ottavi di finale del torneo mantenendo più che vive le speranze di qualificazione per Londra.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Con l’obiettivo ATP Finals di novembre nel mirino i due tennisti azzurri stanno dando sfogo alle ultime energie per provare a terminare alla grande una stagione, per entrambi, già pienamente ricca di soddisfazioni e risultati prestigiosi.

E intanto la loro corsa nel torneo di Shanghai prosegue a gonfie vele con Berrettini abile a conquistare l’accesso agli ottavi grazie ad una nuova netta vittoria, sempre in due set, questa volta contro il cileno Christian Garin contro cui aveva perso nell’unico precedente, quest’anno, nella finale di Monaco di Baviera.

Fognini, invece, ha vinto una partita straordinaria, al tie break del terzo, recuperando per due volte un break di svantaggio nel parziale decisivo contro Andy Murray, in vistosa ripresa dopo i guai fisici delle ultime stagioni.

Entrambi torneranno in campo domani protagonisti di sfida per nulla semplici ma nemmeno insormontabili con Berrettini che se la vedrà contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut vincente in due set contro Reilly Opelka e con Fognini che, invece, sfiderà il russo Karen Khachanov contro cui ha perso la scorsa settimana a Pechino.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Vittoria all’esordio e qualificazione agli ottavi anche per Roger Federer, secondo favorito del seeding cinese in virtù del forfait di Rafael Nadal e vittorioso ieri, in due set, contro lo spagnolo Albert Ramos Vinolas vendicando così la sconfitta patita proprio a Shanghai quattro anni fa.

Infine, continua senza affanno il grande momento di Daniil Medvedev, numero quattro del ranking mondiale e letteralmente esploso in questa seconda metà del 2019 e vincente, ieri, nell’esordio nel torneo, in due rapidi set contro il britannico Cameron Norrie.