Tennis, ATP: Garin fa fuori Cecchinato, rinviato Berrettini

Era sabato di semifinali tra gli eventi ATP di Monaco di Baviera ed Estoril per assegnare poi due nuovi trofei in questa lunga stagione sulla terra rossa prima della attesa doppietta Madrid-Roma.

ATP MONACO DI BAVIERA

Nulla da fare per Marco Cecchinato nel torneo tedesco in una giornata fortemente condizionata dalla pioggia nella quale, però, il tennista siciliano non è mai riuscito a trovare continuità e qualità di rendimento.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Ad estrometterlo, ad un passo dalla finale, è stato il giovane cileno, classe ’96, Christian Garin, tra i più vincenti, fin qui, nei vari eventi sulla terra rossa in questo 2019.

Garin, dopo aver raggiunto le finali a San Paolo e a Houston, quest’ultima vincendola, ha strappato il pass per l’atto conclusivo anche in questo appuntamento europeo sulla terra rossa di Monaco di Baviera grazie al successo, netto, in due set, proprio su Cecchinato.

Adesso, per lui, ci sarà uno tra l’azzurro Matteo Berrettini, reduce dal trionfo di Budapest dello scorso weekend e lo spagnolo Roberto Bautista Agut rimandati ad oggi a causa della pioggia che ha condizionato il programma nel pomeriggio del sabato. 

ATP ESTORIL

Finalmente è tornato ad esprimere, con continuità, un livello di tennis da top ten e da predestinato dopo la splendida seminali agli Australian Open ad inizio anno, il greco Stefanos Tsistipas che, nel torneo portoghese, accreditato della prima testa di serie, ha centrato l’accesso in finale.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Tsitsipas ha sconfitto, in rimonta, lottando, in tre set, un redivivo David Goffin, ancora alla caccia, dopo mesi travagliati, della sua migliore condizione.

Adesso, per Tsitsipas, alla caccia del terzo titolo della carriera, il secondo stagionale ci sarà l’incrocio con un esperto della superficie come Pablo Cuevas che, dopo aver perso all’ultimo turno di qualificazioni ed essere stato ripescato come lucky loser nel tabellone, si è fatto strada fino alla finale.

Ieri, ha avuto la meglio, in rimonta, del giovane classe ’99 Alejandro Davidovich Fokina, protagonista di una settimana scintillante ma decisamente dispendiosa fisicamente e mentalmente tanto da essere costretto a concludere il match menomato dai crampi.