Tennis, ATP Cincinnati/New York: buona la prima per Tsitsipas e Goffin, out Sonego e Caruso

Se per il circuito femminile si tratta di proseguire quanto già iniziato tra Palermo, Praga e Lexington, per quello maschile ATP, invece, il torneo di Cincinnati/New York rappresenta l’atteso ritorno tra i banchi di scuola.

Sui campi in cemento di Flushing Meadows, che per le prossime tre settimane ospiteranno il Master 1000 di Cincinnati e lo Us Open, stanno facendo il loro ritorno alle competizioni internazionali numerosi campioni di questo sport.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

In attesa degli esordi di Novak Djokovic, Dominic Thiem, del campione in carica Daniil Medvedev e del nostro Matteo Berrettini, tutti previsti per oggi, non hanno steccato la prima il numero quattro del tabellone, il greco Stefanos Tsitsipas e il numero sette, il belga David Goffin.

Tsitsipas, laureatosi “maestro” nelle ATP Finals di Londra lo scorso anno, alla caccia del primo acuto in un Master 1000 o, perché no, in uno slam, ha iniziato il suo percorso newyorchese con una netta vittoria ai danni dell’ex top ten Kevin Anderson, sconfitto in poco più di un’ora di gioco (6-1 6-3).

Goffin, invece, numero 10 del mondo, ma salito alla testa di serie numero 7 in virtù dei forfait di Nadal, Federer e Monfils, ha piegato in due set, non senza patemi e con un pizzico di fortuna il croato Borna Coric (7-6 6-4) centrando così l’accesso agli ottavi di finale del torneo.

Per quanto riguarda gli incontri di primo turno, invece, brutte notizie dal fronte degli azzurri con due sconfitte in altrettante sfide, una per Lorenzo Sonego, sbattuto di fronte allo statunitense Tennys Sandgren (6-3 7-6), con il rammarico di alcuni set point sprecati (uno soprattuto con un doppio fallo), ed una per Salvatore Caruso che, dopo due ottimi turni di qualificazione, nulla ha potuto contro il serbo Filip Krajinovic (7-5 6-4).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Numerosi i successi, invece, per le teste di serie, a partire dal numero 9, l’argentino Diego Schwartzman, ottimo contro il norvegese Casper Ruud (7-6 6-3), o il numero 11, il russo Karen Khachanov, con un duplice 6-4 sul kazako Alexander Bublik (6-4 6-4), fino al numero 14 Grigor Dimitrov e al numero 16 John Isner, a segno rispettivamente contro il francese Ugo Humbert (6-3 6-4) e il polacco Hubert Hurkacz (7-5 6-4).

Fuori, invece, il numero 10, un altro russo, Andrey Rublev che ha ceduto in tre set, sulla distanza, di fronte alla varietà di tennis del britannico Daniel Evans (7-5 3-6 6-2) contro cui aveva già perso, quest’anno, nei quarti di finale del torneo di Dubai a febbraio.

Come già anticipato, occhi puntati, quest’oggi, su numerosi interessanti esordi, con Djokovic opposto a Berankis, Thiem a Krajinovic, Medvedev di fronte a Giron e Berrettini con Ruusuvuori, mentre spicca, senz’altro, la grande sfida tra Alexander Zverev ed Andy Murray.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini