Superlega, volley maschile: Civitanova primeggia; Modena non decolla

Civitanova perde Juantorena, tenuto a riposo per non aggravare la sua situazione, ma ritrova uno strepitoso Jiri Kovar. Lo schiacciatore italiano termina la partita con solo 9 punti ma un importante 67% di positive in ricezione che non fa rimpiangere l’assenza del capitano.

All’Eurosuole Forum i veri trascinatori sono però Anzani e Simon. I due centrali biancorossi, con rispettivamente 15 e 18 punti a tabellino, sono stati i protagonisti del successo della 6a giornata.

Dall’altro lato invece la Leo Shoes PerkinElmer Modena non ha ancora trovato la chiave per svoltare la stagione. In questo scontro diretto lotta alla pari fino alla fine ma nei momenti clou si è dovuta arrendere agli avversari.

I ragazzi di Giani con la sconfitta odierna, per 3-1 (22-25, 29-27, 25-19, 30-28), rimangono fermi a metà classifica mentre la Lube agguanta il primo posto.

Logo Superlega maschile volley

La sintesi del match

I sestetti. Blengini è costretto a rimodulare il suo sestetto in attesa degli infortunati. In maglia nera scendono in campo: De Cecco in regia, Gabi opposto, Kovar e Lucarelli in banda, Anzani e Simon al centro e Balaso libero.
Al contrario Giani può schierare tutti i suoi titolari: la diagonale Bruno-Abdel Aziz, gli schiacciatori Ngapeth e Leal, i centrali Stankovic e Mazzone con il libero Rossini.

La partita. Lucarelli si presenta con il primo ace della partita e la Lube cerca subito di imporre il suo gioco (3-1). Il muro marchigiano risulta difficile da superare ma i modenesi insistono sul gioco e si riavvicinano (10-9). Il sorpasso, permesso dagli errori dei giocatori di casa, arriva con la pipe di Ngapeth (11-13).

Troppi errori in entrambi i campi nella fase centrale del primo set mantengono la situazione in parità. Modena cerca di aumentare il vantaggio e Blengini schiera Yant come opposto. Leal manda i suoi sul 19 a 24 con un punto diretto al servizio e ai gialloblù serviranno tre set point per chiudere i conti.

La banda francese mostra tutto il suo estro: finta una pipe per poi alzare a Leal per il +3 (0-3). Anzani cerca subito di fermare la scalata modenese, il suo muro vale il 6 pari. Tale equilibrio viene mantenuto nel corso del secondo parziale, anche dopo l’ace di Simon (13-13). Si accende la sfida tra gli opposti con Nimir molto efficace contro un Gabi Garcia ritrovato dopo un inizio di partita sottotono (19-20).

In un momento importante Kovar ferma il pallonetto di Ngapeth per il 22 a 21. Attacca Lucarelli e la Lube si porta sul set point (24-23) poi annullato da una sua stessa invasione. I lunghi vantaggi vengono decisi dal mani fuori di Kovar e il muro di Anzani.

Gli emiliani soffrono in ricezione e Simon ne approfitta piazzando quattro ace consecutivi (7-4). Si fa sentire anche Stankovic con il primo tempo del 7 pari. Anche in questo terzo set, nessuna delle due formazioni riesce a prevalere nettamente sull’altra fino allo sprint di Civitanova che con il muro di Kovar si porta sul +4 (16-12).

Gli errori al servizio dei gialloblù sono ancora troppi, mentre Gabi risponde dai nove metri per il 18 a 13. Yant, entrato di nuovo come opposto, realizza il punto del 22 a 18. Il monster block di Anzani ferma Nimir e regala il set point ai suoi (24-19), poi ci pensa ancora il neoentrato cubano a spegnere le speranze degli ospiti.

Nel quarto parziale è De Cecco a rubare la scena: con una mano serve un primo tempo a Simon per il 4 a 3. Comincia un botta e risposta tra i laterali delle due squadre e il gioco si attesta sulla parità fino al tocco piazzato di Leal del +2 (11-13). L’attacco potente di Gabi Garcia permette il sorpasso dei padroni di casa (15-14).

La battuta corta e vincente del centrale cubano vale il +3 (21-19). Earvin non ci sta: trova l’ace del vantaggio (22-23) e la pipe del set point, che i gialloblù si annullano da soli con tre errori dai nove metri. Modena dopo una lunga lotta si arrende al servizio di Yant e al muro di Kovar.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€