Supercoppa Italiana: Orban offre 8 milioni per farla disputare in Ungheria

L’Ungheria mette sul piatto 8 milioni di euro a stagione per ospitare la supercoppa italiana. La lega Serie A ci pensa.

La politica dei finanziamenti per lo sport del presidente ungherese Viktor Orban va avanti da oramai un decennio. A Felcsut, paese natio del presidente, che dista ben 45 chilometri dalla capitale Budapest, Orban ha fatto costruire uno stadio dalla capienza di ben quattromila spettatori (la Pancho Arena). La struttura sarebbe stata costruita proprio su dei terreni di proprietà del presidente, ma il calcio non è l’unico obiettivo del primo ministro ungherese. Infatti, l’Ungheria pochi mesi fa è stata il paese che ha ospitato la partenza del Giro d’Italia, mettendo in risalto amicizie tra Orban e Matteo Salvini, al quale, dopo la partenza, venne regalata una bici elettrica. Intrecci politici non da sottovalutare, visti i risultati delle nuove elezioni con la vittoria della destra.

Supercoppa Italiana: Ungheria altra pretendente

Sul tavolo dei dirigenti della Lega Serie A da qualche settimana, infatti, è arrivata un’offerta per disputare la finale di Supercoppa Italiana in Ungheria, per la quale Orban avrebbe messo sul piatto ben 8 milioni di euro a stagione, offerta molto allettante anche per i club italiani, che avrebbero molti meno grattacapi nell’organizzazione della gara.


Il presidente Ungherese dovrebbe essere presente oggi alla Puskàs Arena di Budapest per l’ultimo match di Nations League, che potrebbe decretare un risultato storico per l’Ungheria, alla quale basterebbe anche un pareggio per vincere il girone e portarsi alle Final Four. Chissà che non sia proprio la partita in programma oggi lo scenario perfetto per poter approfondire il discorso Supercoppa tra le due compagini. Sicuramente la Lega adesso ha in mano un’altra valida alternativa a quella dell’Arabia Saudita.

Luigi Mango

Informazioni sull'autore
“L'ossessione batte il talento, sempre”. Laureato in Beni Culturali. Appassionato di cultura, scrittura e calcio.
Tutti i post di Luigi Mango