F1 2018, Gp degli Stati Uniti, dichiarazioni di Hamilton e Bottas dopo le prove libere

E’ terminata la prima giornata, quella dedicata alle prove libere del Gp degli Stati Uniti.
Hamilton si copre con il Kuwait dalle avverse condizioni meteo in Texas.
Fonte: Twitter Hamilton

Come al solito la Mercedes fa un’ottima impressione, in particolare per Hamilton. Il leader del mondiale partirà dalla pole position, mentre Bottas, invece, è terminato in ultima posizione.

Da sottolineare la prestazione del pilota britannico nella seconda sessione di libere. Con un solo giro all’attivo su gomme intermedie è riuscito a rifilare un secondo di distacca a Gasly e Verstappen.

Il suo commento della giornata di prove libere ha lasciato un po’ di amaro in bocca per le avverse condizioni meteo:

“Nelle FP1 ho fatto solo pochi giri perché dobbiamo far durare le gomme fino alle FP3 e c’è ben poco da imparare sotto la pioggia. Nelle FP2 ho aspettato fino alla fine prima di uscire per vedere se la pista fosse cambiata o se le gomme fossero un po’ calate rispetto ai miei precedenti giri.  La macchina andava ancora bene, ma il tracciato sembrava un po’ più accidentato rispetto al passato”.

Alla fine il pilota britannico si è detto entusiasta di aver guidato in questo tracciato negli Stati Uniti, anche in condizioni di bagnato. Bisognerà fare una scelta importante sul tipo di gomma da utilizzare, se full wet o intermedie. Questa strategia sarà assolutamente fondamentale per riuscire a vincere la gara domenica.

Bottas ai box, impossibilitato ad uscire per via della copiosa pioggia del venerdì.
Fonte: Twitter Bottas

Il suo compagno di squadra Bottas, invece, non è uscito fuori dai box. Le condizioni dell’asfalto erano impossibili, ha preferito concentrarsi sulla qualifica di sabato. La Mercedes risponde bene, Hamilton ha fatto la sua grande prova sul bagnato. 

Domani le condizioni atmosferiche non dovrebbero cambiare, quindi il pilota finlandese dovrà riuscire a fare il giro comunque. Deve riuscire a convincere i padroni del team che lui è la guida giusta e che può pensare d’impensierire Hamilton per la lotta al titolo di campione del mondo.

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega