Spezia-Avellino, Novellino pensa alla rivoluzione

Un 4-3-3 quasi del tutto innovativo. Questa sarebbe l’intenzione del tecnico dell’Avellino Walter Novellino, in vista della trasferta di La Spezia, in programma sabato pomeriggio alle ore 15 e valida per la trentesima giornata di Serie B. Nella prima seduta settimanale di allenamento l’allenatore degli irpini ha provato Moretti nel ruolo di regista, con Paghera e Omeonga scherati come mezzali. Davanti la coppia d’attacco dovrebbe essere composta da Eusepi e Ardemagni, la catena di destra da Verde – Lasik – Soumaré mentre quella di sinistra da Camarà – Belloni e Castaldo.

Una vera e propria rivoluzione, logica conseguenza del clamoroso 5-0 interno patito nell’ultimo turno per mano del Perugia. Un fulmine a ciel sereno, visto che l’Avellino si era ormai quasi risollevato del tutto dopo una prima metà abbondante di campionato passata tra zona retrocessione e zona playout. Con il KO di sabato sono salite a quattro le sconfitte rimediate quest’anno davanti ai propri tifosi, a fronte di sette successi e quattro pareggi.

La situazione in classifica, tuttavia, resta ancora sotto controllo: con 36 punti messi a referto, a tredici giornate dalla fine del torneo, al momento le lunghezze di vantaggio rispetto alle prime a rischio retrocessione sono cinque. In ogni caso, bisogna tenere alta l’attenzione: in Liguria l’obiettivo è guadagnare almeno un punto.