Spal-Milan, le dichiarazioni pre partita di Gennaro Gattuso: “Felice per Biglia e Bonucci, ma che bella sorpresa Calhanoglu”

Ecco le dichiarazioni del tecnico rossonero alla vigilia della trasferta di Ferrara.

Fonte/ immagine pagina ufficiale Facebook A.C. Milan.

 

 

Lavoro settimanale della squadra- Il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, esordisce in conferenza stampa parlando del lavoro svolto in settimana dalla squadra, che dopo Udine ha usufruito di due giorni di riposo. Grazie a questa sosta, il tecnico ha ritrovato i suoi giocatori più freschi e brillanti, pronti ad affrontare nove gare nell’arco di poco tempo e quindi è importante arrivarci bene.

La Spal- Gattuso ha parlato degli avversari di domani, spiegando che li conosce molto bene per averli affrontati in Lega Pro e successivamente anche in B quando lui allenava il Pisa. La ritiene una squadra molto fisica, forte sugli esterni e che è ben messa in dal suo tecnico, di conseguenza Gattuso sa che domani sarà una partita difficile e bisogna fare attenzione.

La corsia sinistra- Il tecnico milanista è contento di come Bonaventura e Calhanoglu si stiano muovendo sulla linea di sinistra. Riguardo Rodriguez, dichiara Gattuso che dallo svizzero si aspetta molto di più, proprio perché ha gambe e testa.

Kalinic- Gattuso ha chiarito anche le condizioni fisiche dell’attaccante croato, spiegando che ha un’infiammazione con cui ci convive da una settimana e per questo si è preferito lasciarlo riposare. L’assenza di Kalinic non preoccupa Gattuso, il quale può contare sui vari Cutrone, Silva e Borini, su quest’ultimo il tecnico lo vedrebbe bene anche come prima punta.

Il momento della squadra-  Secondo il tecnico bisogna pensare una gara per volta e così ha fatto da quando è arrivato alla guida dei rossoneri. Sul dato delle 6 espulsioni, Gattuso ritiene che sia una coincidenza, perché non è una squadra fallosa, il var e le doppie ammonizioni hanno contribuito notevolmente, chiaro che c’è bisogno di più esperienza per evitare di prendere troppi cartellini.

Musi lunghi- Sul fatto che qualche giocatore sia scontento perché non giochi, questo fa piacere al tecnico milanista, ciò sta a significare che ognuno ci tiene, l’importante è essere chiari e sinceri quando si spiegano i motivi per cui non si è titolari, l’importante è continuare a lavorare sempre con professionalità.

Confronto Tiago Dias-Suso- Gattuso ha spiegato le differenze tra questi due giocatori, spiegando che il giovane portoghese ha una buona velocità, ma non ha la classe di Suso e deve crescere ancora. Il tecnico ha ribadito che Tiago Dias da qui al termine della stagione potrebbe avere un pò di spazio in prima squadra, considerando il fatto che Suso non può disputare tutte le partite.

La Classifica- Il tecnico non guarda la classifica, ma a vincere più partite possibili e pensare gara dopo gara. L’obiettivo poi è riportare questi giocatori ai loro livelli per farli giocare insieme in modo da formare una squadra che possa dare fastidio a tutti.

Un mese decisivo- Sui tanti impegni che il Milan dovrà affrontare in questo mese, Gattuso ha dichiarato che se fosse per lui giocherebbe all’arrembaggio con il 4-2-4, ma sa benissimo che non è possibile, perché bisogna schierare una squadra che non soffra troppo l’avversario, quindi scendere in campo e dare  il massimo fino alla fine.

L’allenatore– “Sulla qualità di allenatore, Gattuso ha fatto rifermento a quando era giocatore, dicendogli che non poteva giocare nel Milan e ciò gli è servito da stimoli per far bene. Da quando invece allena, gli piace aggiornarsi e mettere in pratica cose nuove, inoltre ha spiegato che c’è gente che allena da 20 anni e non ha mai vinto un campionato, lui ne ha vinto uno in C, dove ci sono società che spendevano 6 milioni mentre lui è riuscito a vincere a Pisa con 1,5 milioni di budget.

La crescita della difesa- Sul miglioramento del pacchetto arretrato, il tecnico ha spiegato il suo lavoro, basato inizialmente sulla didattica e poi sul campo, ma ha dato grossi meriti ai suoi giocatori per la loro disponibilità. Questo lavoro viene fatto anche il altri reparti, in modo da creare gli automatismi perfetti.

Su Biglia e Bonucci- Il tecnico è contento del rendimento delle ultime gare dei due giocatori, i quali a inizio stagione furono criticati per il loro rendimento in campo, oggi entrambi stanno dando un grande contributo alla squadra e spera che continuino sempre così.

André Silva- Gattuso si è espresso sul giovane attaccante portoghese, il quale è ancora all’asciutto di reti in campionato, ma  ha grandi qualità e deve fare di più. Sta al tecnico e al suo staff di metterlo nelle condizioni migliori di potersi esprimere al meglio.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus