Serie B, top e flop 33° giornata: Palombi eroe di Terni, Iacobucci catastrofico

Ascoli-Carpi 1-2: vittoria fondamentale per gli emiliani e obiettivo aggancio zona playoff riuscito, seppur soffrendo molto. Ascoli in vantaggio con Cacia, ma Gagliolo e Sabbione rimediano. Migliori in campo Favilli (6.5), autore dell’assist per Cacia e di una gara di grande sacrificio e Sabbione (7), entrato in campo a 25 minuti dal termine e rivelatosi decisivo. Peggiori in campo Almici e Mbakogu (5 per tutti e due), il primo per la gara poco brillante e l’espulsione nel finale e il secondo per la scarsa pericolosità.

Brescia-Entella 2-2: una prestazione impeccabile quella dei liguri, rovinata però dalla giornata no di Iacobucci. Gli ospiti provano a scappare con Moscati e Caputo, ma il loro portiere la combina grossa commettendo una clamorosa papera in occasione del primo pareggio siglato da Ferrante e buttandosela poi in rete su un tiro di Caracciolo. Migliori in campo Ferrante e Caputo (7 per entrambi), entrambi a rete e sempre nel vivo del gioco. Male Mauri (5), lento ed appannato, e Iacobucci (4), per quanto detto prima.

Latina-Cittadella 0-2: Strizzolo e Chiaretti regalano ai veneti tre punti importantissimi che permettono loro di rimanere al sesto posto. Latina inconcludente e ora in piena zona retrocessione. Migliori in campo Bruscagnin (6), che predica nel deserto, e Vido (7), autore di un assist e vicinissimo anche al gol. Male De Vitis (5), il cui apporto è stato nullo. Nessuna insufficienza tra i granata.

Novara-Ternana 1-2: Palombi si veste da supereroe e trafigge per due volte il Novara, al quale non basta il gol di Calderoni. Umbri ormai rilanciati nella corsa salvezza, piemontesi momentaneamente fuori dai playoff. Migliori in campo Calderoni (6.5), tra gli ultimi a mollare e autore di un gol che poteva cambiare le sorti del match, e Palombi (7.5), eroe di giornata con una fondamentale doppietta. Male Chiosa e Falletti (per tutti e due): troppo falloso e distratto il primo e per nulla incisivo il secondo.

Perugia-Vicenza 1-0: un gol nel finale di Mustacchio risolve una contesa durissima e permette agli umbri di confermarsi al quarto posto. Veneti sempre pericolanti, invece. Migliori in campo Mustacchio e Vigorito (7 per entrambi): il primo entra e decide il match, mentre il secondo salva i suoi da un passivo peggiore. Così così Guberti (5.5), poco incisivo, e Gucher (5.5), che non gioca male ma dimentica di marcare Mustacchio in occasione del gol.

Pisa-Salernitana 0-1: l’improvvisa zampata di Rosina regala ai campani la possibilità di giocarsi un posto nei playoff, mentre il Pisa piomba addirittura all’ultimo posto e adesso trema per davvero. Migliori in campo Lisuzzo (6.5), che riesce a bloccare Coda, e Rosina (7), che entra e segna un gol fondamentale. Non benissimo Masucci e Joao Silva (5.5), che ci mettono voglia ma non incidono.

Pro Vercelli-Bari 1-0: Emanuello realizza un gol di vitale importanza che manda i piemontesi fuori dalla zona playout. Il Bari, invece, perde un’altra sfida in trasferta, l’ennesima in questo campionato. Buone prestazioni di Bani (7), che guida bene la difesa di casa e si mantiene sempre lucido, e di Sabelli (6.5), che fa un buon lavoro e sfiora anche il gol. Male Raicevic (5), praticamente inesistente. Nessuna insufficienza tra i vercellesi.

Spezia-Benevento 1-3: Era chiamato ad una prova di orgoglio per dimenticare le ultime infelici uscite e non ha tradito. Un gran Benevento espugna La Spezia grazie ai gol di Ceravolo su rigore, Melara e Ciciretti, i queli ribaltano l’iniziale svantaggio provocato dalla rete realizzata da Piccolo. Bene Piccolo (6.5), sempre pericoloso, e benissimo Ciciretti (8), che segna, crea le premesse per il secondo gol e si procura il rigore. Male Granoche (5), poco lucido dal dischetto quando sbaglia il rigore del possibile 2-3 e sprecone in precedenza, e maluccio Pezzi (5.5), non perfetto in occasione del gol spezzino.

Trapani-Verona 0-2: Pazzini e Luppi abbattono i siciliani e fanno sì che i veneti aggancino la Spal al secondo posto. Bene Maracchi (6.5), ottimo in fase di rottura, e benissimo Pazzini (7.5), che segna e regala tante sponde. Male Coronado (5), troppo confuso ed impreciso.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana