Serie B, top & flop 31° giornata: Cerri e La Mantia implacabili, Pesce ingenuo

Ascoli-Ternana 2-1: Padella e un rigore di Monachello rendono vano il gol di Gasparetto e fanno sprofondare i rossoverdi, adesso ultimi da soli e a -8 dalla salvezza. I marchigiani, invece, agganciano momentaneamente la Pro Vercelli a quota 29 punti. Padella (7) è il migliore in assoluto: difende bene, segna un gol fondamentale e ne fa anche un altro, che viene però annullato. Bene Finotto (6.5), l’uomo più insidioso degli ospiti con i suoi continui scatti e cambi di gioco. Male Mignanelli (4.5), oggi sempre in affanno ed espulso stupidamente nel finale, e Rigione (4.5), oggi in versione birillo; il fallo su Monachello regala il rigore decisivo agli avversari e completa la sua giornata no.

Brescia-Cremonese 1-1: malgrado il miglior inizio degli avversari, i grigiorossi passano al 20° minuto con una sassata di Piccolo; le rondinelle premono per tutta la partita, ma sfondano solo a dieci minuti dal termine con Gastaldello, che segna in mischia e tira giù dal treno dei playoff gli avversari. Bene Gastaldello (7), ultimo ad arrendersi e autore del gol del pareggio, e Piccolo (7), che segna con un bel tiro imparabile e regala ottimi numeri. Male Furlan (5), poco attivo e innocuo quando crossa, e Pesce (5), ingenuo a farsi buttare fuori nel momento più importante.

Empoli-Venezia 3-2: i toscani soffrono tantissimo, passano due volta in vantaggio con un gol pazzesco di Luperto e la zampata di Rodrigues, vengono ogni volta rimontati da Falzerano prima e Litteri poi, ma grazie al terzo vantaggio realizzato dal solito Donnarumma ottengono tre punti d’oro che, grazie agli stop di Palermo e Frosinone, valgono doppio e li proiettano a +3 dai laziali e a +6 dai siciliani. Migliori in campo Luperto (7), che gioca una gara impeccabile e si regala il primo splendido gol in carriera, e Falzerano (6.5), sempre puntuale negli inserimenti e bravo a realizzare il gol del momentaneo 1-1. Male Bruscagnin (5), troppo svagato e mal posizionato in occasione di due dei gol avversari. Empolesi promossi in blocco e senza eccezioni.

Frosinone-Salernitana 0-0: la squadra di Longo non sfonda contro la coriacea e ben messa in campo formazione granata e scivola a -3 dalla vetta. Bene Maiello (6.5), che crea svariati pericoli e si sacrifica anche dietro, e Radunovic (7), che nega più volte il gol ai laziali. Male Dionisi (4.5), spento e sciocco in occasione del gol di mano che gli costa un giallo con conseguente squalifica. Campani senza bocciati.

Novara-Palermo 2-2: Puscas sorprende gli ospiti dopo pochi minuti, Rispoli e La Gumina ribaltano la partita, ma al 92° Sciaudone mette in atto la clamorosa beffa che costringe i rosanero a restare a -3 dalla promozione diretta. Bene Moscati (7), che ispira entrambi i gol dei suoi, e Coronado (7), ispiratissimo e decisivo in occasione del gol del momentaneo vantaggio palermitano. Male Golubovic (5), distratto, poco efficace in avanti ed espulso nel finale, e così così Nestorovski (5.5), generoso, ma inefficace.

Cittadella-Bari 0-0: è grande il rammarico per i veneti, che falliscono l’assalto al terzo posto nonostante le svariate occasioni avute. Bene Varnier (6.5), che ferma Kozak e lo annulla, e Micai (7), reattivo e decisivo in più occasioni. Male Kouame e Kozak (5 per entrambi), non pervenuti.

Entella-Parma 2-0: i liguri, grazie alla doppietta di La Mantia, ottengono tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza, mentre i ducali restano ottavi. Benissimo La Mantia (7.5), implacabile in area, e  Dezi (6), uno dei pochi parmensi a segnalarsi per qualche azione pericolosa. Male Da Cruz (5), che non si è ancora ambientato negli schemi crociati e fa sempre fatica a mostrare le sue doti. Liguri promossi senza eccezioni.

Perugia-Spezia 3-0: la doppietta di Cerri e il sigillo finale di Bonaiuto permettono agli umbri di salire al sesto posto; i liguri, invece, restano noni in coabitazione con altre due squadre. Cerri (8) è stato il mattatore del match con due gol pesanti da attaccante vero; bene anche Lopez (6), che spinge bene e mette in mezzo buoni cross. Male, invece, Forte (5), ex di turno mai incisivo. Perugini promossi in toto.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 34 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana