Serie B, top e flop 19° giornata: show di Fedele e Granoche, male Agazzi e Meret

Bari-Avellino 2-1: i pugliesi si confermano imbattibili in casa offrendo una prova di grande sostanza contro i campani. Sono però questi ultimi a passare in vantaggio allo scadere del primo tempo con Castaldo, ma il Bari reagisce pareggiando con Fedele a inizio ripresa. A 10 minuti dal termine il centrocampista si ripete e regala ai suoi l’ottavo posto, ultimo utile per i playoff. Gli irpini restano, invece, penultimi. I migliori in campo sono Fedele (8), autore di una sorprendente doppietta e psicologicamente un altro dopo l’autorete clamorosa contro lo Spezia, e Castaldo (7), finalmente in gol dopo 18 partite e sfortunato in occasione della traversa. Se riprende a segnare può essere importante. Male Ardemagni (5), impreciso e disattento, e Fedato (5.5), poco in palla.

Cittadella-Pisa 1-0: un gol di Salvi nel recupero del primo tempo regala ai veneti tre punti importanti e la conferma del quinto posto con vista sul quarto, a -1 dalla Spal sconfitta a Vercelli. I migliori sono Salvi (7), per il gol e l’ottima gara difensiva senza sbavature, e Golubovic (6.5), ultimo ad arrendersi tra i toscani. Di Tacchio (4) è il peggiore, per l’espulsione che lo toglie di mezzo dopo mezz’ora a causa di un fallo sconsiderato; nessuna insufficienza tra le file granata.

Latina-Brescia 1-1: le reti di Bisoli e Boakye su rigore colorano un pareggio giusto tra due squadre che hanno combattuto ma non hanno saputo superarsi a vicenda. Questo punto serve a ben poco, dato che entrambe ora hanno un vantaggio a dir poco striminzito sulla zona playout. I migliori sono Boakye (7), entrato nella ripresa a spaccare il match e riuscitosi con il rigore conquistato e trasformato, e Bisoli (7), autore di un gran gol e sempre presente in mezzo al campo. Non bene Gilberto (5.5), mai in gara, e Coly (5.5), impreciso e colpevole del fallo da rigore.

top-and-flop

Novara-Cesena 3-1: con uno show nel finale di prima frazione il Novara mette k.o. un Cesena bruttissimo, come sempre accade fuori dal “Manuzzi“. Sansone apre le marcature, Scognamiglio chiude il match e Calderoni lo sigilla. Inutile il gol cesenate di Garritano. Bianconeri sempre terzultimi, piemontesi vicini alla zona playoff. Galabinov (8) e Garritano (6.5) sono i migliori: il primo mette a referto due splendidi assist ed è un pericolo costante per gli avversari, mentre il secondo si muove bene e limita i danni. Nessun voto basso per i padroni di casa, ma tanti per gli ospiti, in particolare per Agazzi (5), per il pallone scappatogli di mano in occasione del gol del 2-0 e per la poca sicurezza in generale.

Pro Vercelli-Spal 3-1: 15 minuti di blackout e la Pro Vercelli dilaga sorprendentemente con le reti di Emanuello, Morra e Palazzi, portandosi momentaneamente fuori dai bassifondi; inutile il gol ferrarese siglato da Bonifazi. La Spal non riesce a portarsi momentaneamente in vetta. Il migliore dei padroni di casa è Emanuello (7) che segna e prende un palo, mentre tra gli ospiti si salva solo Lazzari (6) che prova a servire buoni palloni che non vengono sfruttati. Nessuna insufficienza tra i piemontesi, mentre il peggiore degli emiliani è Meret (5), poco reattivo su tutti i gol.

Salernitana-Carpi 1-2: a far compagnia al Cittadella in quinta posizione c’è il Carpi, vittorioso a Salerno grazie ai gol di Di Gaudio e Bifulco all’ultimo minuto, intervallati dal momentaneo pareggio di Rosina. Migliori in campo Bifulco (7), che gioca solo 4 minuti, ma segna il gol decisivo, e Rosina (6.5), in gol anche lui dopo una prestazione positiva anche se solo a sprazzi. Male, invece, Poli (5), sempre in affanno e Joao Silva (5), sempre in ritardo.

Spezia-Perugia 2-1: un super Granoche segna due reti e regala ai liguri vittoria in rimonta e decimo posto, a -1 dai playoff. Al Perugia non basta il gol di Di Carmine: ora gli umbri sono settimi. I migliori sono proprio i marcatori di giornata, Granoche (7.5) e Di Carmine (7). Male Vignali (5.5), poco preciso e Monaco (5), perennemente messo in crisi dagli avversari ed espulso nel finale.

Ternana-Vicenza 1-2: una sconfitta sarebbe stata deleteria per entrambe e alla fine lo è per la Ternana, caduta nel finale e precipitata al terzultimo posto. Vicentini alla seconda vittoria di fila e finalmente fuori dalle zone pericolose della classifica. I gol sono di Giacomelli e Pucino su rigore per gli ospiti e di Petriccione per i padroni di casa.

I migliori sono Petriccione e Giacomelli (7 per entrambi), sempre nel vivo del gioco e autori di due bei gol. Non convincono, invece, Avenatti e Galano (5 per tutti e due), ben marcati e resi inoffensivi dai difensori.

 

 

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana