Serie B, risultati 30° giornata 26-06-2020: il Benevento rimanda la festa, colpacci Spezia e Cittadella. Passi falsi per Frosinone e Crotone

Chievo-Spezia 1-3: ad un primo tempo senza sussulti si frappone una ripresa a ritmi vertiginosi e nella quale i clivensi, passati per primi grazie a Segre, vengono travolti dall’uragano Galabinov, autore fino a stasera di un solo gol stagionale e oggi capace di insaccarne addirittura tre in un quarto d’ora. Grazie a questo successo esterno i liguri, approfittando dei mancati successi delle concorrenti, sale al terzo posto ad un solo punto dal Crotone. Il Chievo, invece, rimane ottavo e ora rischia di scendere ulteriormente.

Cremonese-Cosenza 0-2: successo di enorme importanza per i calabresi, a segno una volta per tempo con Riviere e Baez. I lombardi potrebbero riaprire i giochi ad un quarto d’ora dal termine, ma Gaetano fallisce un penalty. Il Cosenza è nuovamente terzultimo e lunedì contro il Trapani si giocherà una grossa fetta di salvezza, mentre la Cremonese ripiomba nella paura.

Empoli-Benevento 0-0: festa rinviata, ma di pochi giorni. Con 23 punti di distacco dalla terza classificata i sanniti possono festeggiare lunedì anche senza battere la Juve Stabia nel derby grazie agli scontri diretti favorevoli con i liguri. Buon punto per i toscani, ma sono ancora fuori dalla zona playoff, seppur di poco.

Entella-Salernitana 1-0: Mazzitelli stende i campani e riavvicina i liguri all’ottavo posto, ora distante appena un punto. I granata rimangono comunque sesti.

Frosinone-Cittadella 0-2: Iori su rigore e Luppi sorprendono i ciociari con una rete per tempo e i veneti possono operare il sorpasso proprio ai danni della squadra di Nesta insediandosi al quarto posto, a soli due punti dal secondo posto.

Juve Stabia-Livorno 2-3: la partita più scoppiettante della serata vede i labronici espugnare clamorosamente il “Menti“. Passati in vantaggio con Calò nella prima frazione, i padroni di casa vengono ribaltati nella ripresa da Agazzi e Marras per poi pareggiare nel finale con Cisse. Quando sembrava dover finire così, al 94° Boben trova il sorprendente gol che dà la vittoria agli ospiti. Questi tre punti, comunque, a meno di clamorosi sviluppi serviranno solo ad allungare l’agonia visto che la salvezza diretta è distante quindici punti e quella tramite playout dodici e i punti a disposizione sono pochi. La Juve Stabia, invece, è nuovamente a rischio.

Perugia-Crotone 0-0: niente da fare per i calabresi, che vengono fermati dagli umbri nonostante la superiorità numerica goduta per oltre un’ora a causa dell’espulsione di Di Chiara. Il Crotone rimane secondo, anche se il vantaggio sullo Spezia è minimo, mentre il Perugia si trova sempre a metà classifica, ma a -2 dagli ancora raggiungibili playoff.

Pisa-Pescara 2-1: la rete abruzzese di Clemenza al minuto 89 aveva rimediato al vantaggio toscano di Belli e sembrava aver messo fine alla contesa, ma in pieno recupero l’ex Soddimo modifica nuovamente la situazione e segna per i padroni di casa la rete che vale un successo fondamentale in chiave salvezza, ma utile anche a sognare un posto nei playoff. Il Pescara, invece, rimane troppo vicino ai playout.

Venezia-Ascoli 2-1: Aramu e Firenze danno ai lagunari tre punti di platino che li fanno uscire dalla zona rossa, anche se momentaneamente, mentre la rete del pareggio di Scamacca non basta e ora i marchigiani rischiano tantissimo.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana