Serie A 2016-2017, amarcord 31° giornata: Napoli e Roma volano, Crotone risale, disastro Inter, Genoa in caduta libera

Ci avviciniamo sempre più al termine del campionato e i primi verdetti iniziano ad arrivare. L’Inter non andrà in Europa, la Lazio non andrà in Champions League e l’Empoli non è ancora salvo. Ecco i top e i flop di giornata.

NAPOLI

Vincere 3-0 in casa di questa Lazio è tanta roba, per usare un francesismo. La doppietta di Insigne e il sigillo di Callejon consegnano il lasciapassare per la Champions League allungando a 7 i punti di vantaggio sui biancocelesti, forse ancora euforici per il passaggio del turno in Coppa Italia. Vedi Napoli e godi.

ROMA

La batosta in Coppa Italia non ha spezzato il morale di una Roma orgogliosa, che vince 3-0 a Bologna e raccoglie la vittoria numero 23 in 31 giornate. Un bottino di tutto rispetto oscurato soltanto dallo strapotere della Juventus, autentica dominatrice del campionato. Cuore.

CROTONE

Sognare si può, anzi, si deve. La vittoria sull’Inter rilancia le ambizioni salvezza di un Crotone rinato che ha trovato in Falcinelli il suo profeta. La squadra ci crede e adesso i punti da recuperare sull’Empoli sono soltanto 3. La salvezza è ampiamente fattibile, perché a questo punto della stagione le motivazioni contano più delle gambe. Risalita.

Fonte immagine: Calciomercato.com

MILAN

L’avversario è quello che è ma un 4-0 è sempre un risultato da elogiare, soprattutto se serve a superare i cugini nerazzurri nella rincorsa a un posto in Europa League. Suso ispira come non mai, Bacca ci mette lo zampino. Al derby, Montella ci arriverà carico. Rossoneri alè.

UDINESE

Si diverte e fa divertire la banda di Del Neri, che affonda il Genoa 3-0 e dimostra di essere una squadra davvero interessante. Se rimangono i pezzi pregiati, non è escluso che la squadra friulana l’anno prossimo possa puntare all’Europa. Spumeggiante.

INTER

L’aggettivo che più si addice alla prestazione dell’Inter è imbarazzante. Senza Gagliardini (amuleto ormai insostituibile), l’Inter affonda anche a Crotone e con zero punti in due partite saluta le speranze di qualificarsi alla prossima Europa League, ormai ridotte al lumicino. Disastro.

LAZIO

La finale di Coppa Italia è un traguardo importante, ma la vittoria contro il Napoli poteva significare Champions League. Così non è stato per i ragazzi di Inzaghi, travolti dagli azzurri di Sarri che prenotano meritatamente un posto per la competizione più importante. Spompata.

EMPOLI

Il Pescara con un piede in B era la buona occasione per conquistare tre punti fondamentali nella rincorsa salvezza. Invece è arrivato solo un punto, che rimanda l’appuntamento con la vittoria e distanzia di pochissimo un Crotone in salute che è dietro di sole tre lunghezze. Fiato sul collo.

ATALANTA

Mezzo passo falso per l’Atalanta, che impatta 1-1 contro un Sassuolo arrendevole e perde due punti fondamentali nella rincorsa all’Europa. La stagione dei nerazzurri di Gasperini è un’opera d’arte, la qualificazione all’Europa League sarebbe il giusto riconoscimento. Comunque vada, a tutto Gasp.

GENOA

Al peggio non c’è mai fine. Dopo i 5 fischioni presi in casa contro l’Atalanta, arrivano le tre pere di Udine e Preziosi, per non far dimenticare Zamparini, caccia Mandorlini e richiama sulla panchina del Genoa Juric. La squadra è allo sbando, il Crotone risale e i tifosi tremano. Polveriera.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus