Serie A, amarcord 11° giornata: Milan terzo, super Atalanta, vendetta Higuain, flop De Boer

MILAN

Milan - Sampdoria

A inizio stagione, in pochi avrebbero puntato qualche centesimo sul Milan di Montella. Tanti giovani, poca esperienza e nessun campione. Con la vittoria sofferta sul Pescara, il Milan è terzo dopo 11 giornate. Bravo Montella a costruire una squadra equilibrata e a far sentire tutti importanti. In attesa del ritorno al gol di Bacca (un po’ appannato), la parte rossonera di Milano può fare festa. Aeroplanino.

ATALANTA

atalanta

Con un roboante 3-0 ai danni del Genoa, l’Atalanta si piazza al sesto posto della classifica. Nelle ultime sei partite, la banda del Gasp ha raccolto 16 punti (5 vittorie e un pareggio). Se il campionato fosse iniziato alla quinta giornata, l’Atalanta sarebbe prima davanti alla Juventus. Gioco spumeggiante, difesa solida e continui inserimenti dei centrocampisti. Con questi presupposti, sognare si può. Davide contro Golia. 

HIGUAIN

higuain

Il re dell’undicesima giornata è lui. Dopo il suo trasferimento alla Juventus in estate, il popolo napoletano è insorto contro il traditore argentino con insulti, minacce e dichiarazioni al vetriolo. Anche Maradona si è schierato dalla parte dei tifosi e ha attaccato Gonzalo. Come ha reagito il Pepita? Nell’unico modo che sa fare, regalando alla Juventus i tre punti contro il Napoli. Hic sunt campiones.

DEL NERI

Sette punti in quattro partite (2 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta con la Juventus). L’Udinese di Iachini era una squadra mediocre senza personalità, mentre quella di Del Neri è una macchina ben oliata che ha trovato in Thereau e Zapata le armi per scardinare le difese avversarie. Il 2-2 di ieri sera con il Torino è frutto di corsa, intensità e intelligenza tattica. Maestro.

CROTONE

“Finalmente” avranno esclamato i tifosi calabresi al termine della prima e importantissima vittoria del Crotone in Seria A. Una vittoria sofferta e meritata che rilancia le ambizioni di salvezza dei crotonesi e che ridimensiona il Chievo di Maran, troppo molle per essere vero. Un applauso a Trotta e Falcinelli, giovani italiani di belle speranze che stanno dimostrando di valere la categoria in cui giocano. The Special CrotOne.

DE BOER

La strada verso l’esonero è passata da Genova, sponda blucerchiata. 1-0 firmato Quagliarella e tanti saluti al tecnico olandese, che ormai ha le ore contate sulla panchina dell’Inter. Il primo tempo dei nerazzurri si può racchiudere con questo semplice ed esauriente aggettivo: orrendo. Come se non bastasse, si permette anche il lusso di non convocare Gabigol per scelta tecnica. Gian Burrasca.

CHIEVO

Due punti in 4 partite e una condizione fisica che non sembra ottimale. Il super Chievo di qualche settimana fa è un lontano ricordo, ora sembra una squadra normale. Quello che preoccupa di più è la scarsa vena realizzativa degli attaccanti: Meggiorini e Inglese hanno segnato un solo gol a testa, Floro Flores e Pellissier zero. Abulico.

SASSUOLO

Le fatiche dell’Europa League iniziano a farsi sentire sulle gambe dei giocatori del Sassuolo, che in campionato hanno perso un po’ di smalto e sono alla seconda sconfitta consecutiva. Inizia a farsi sentire la mancanza di Berardi, assente ormai dal 28 agosto, e il numero degli infortunati è salito a 9. Il gioco spumeggiante visto nelle prime giornate sembra un ricordo lontano, si salva solo Defrel (al quinto gol in 11 partite). Chi si ferma, è perduto.

TORINO

Due punti in 3 partite non sono un campanello d’allarme, ma forse 6 gol subiti in 3 partite iniziano ad essere troppi. Il Torino di Mihajlovic è sempre una squadra temibile e davanti può fare male in qualsiasi momento, purtroppo in difesa non è così letale e c’è molto da lavorare. Qualche dubbio anche sul turn over, ieri sera si è sentita la mancanza di Iago Falque. Appannato.

PALERMO

Quarta sconfitta di fila per i rosanero di De Zerbi, che nelle ultime 4 partite hanno incassato tredici gol. L’ultima vittoria ormai è datata 21 settembre, 1-0 in casa dell’Atalanta. Non sono bastate le 5 reti di Nestorovsky, la difesa fa acqua da tutte le parti e il centrocampo non riesce a contenere gli assalti avversari. Diamanti inoltre vaga per il campo con la sindrome del disperso. Caduta libera.

Seguici su Telegram

Rimani aggiornato sulle ultime novità, i Pronostici Scommesse e i migliori Bonus Bookmaker.

I migliori Bookmaker

I migliori siti di Scommesse in Italia

Caratteristiche:
Scommesse e Casinò
BONUS FINO A 1.315€

Puoi giocare solo se maggiorenne. Il gioco può causare dipendenza patologica.

Caratteristiche:
Bonus Sport
15€ FREE

+ FINO a 300€ di BONUS sul PRIMO DEPOSITO

Caratteristiche:
Fino a 500€ Bonus Sport
+250€ Play Bonus Slot al primo deposito

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Informati su Probabilità di Vincita

Caratteristiche:
Offerta di Benvenuto
Bonus fino a 260€

+ 30 Free Spin su Book of Kings

IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA.

Caratteristiche:
5€ SENZA DEPOSITO
+ Bonus Benvenuto fino a 300€

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Probabilità di vincita sul sito ADM.

Scopri tutti i Bookmakers
Copyright © 2011 - 2024 - stadiosport.it è un sito di proprietà di Seowebbs Srl - REA: LE 278983
P. IVA 04278590759 Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Lecce N.12/2016
Tutti i diritti riservati. Le informazioni contenute su stadiosport.it non possono essere pubblicate, diffuse, riscritte o ridistribuite senza previa autorizzazione scritta di stadiosport.it