Serie A, Milan-Sassuolo 0-0: Pegolo e i legni fermano i rossoneri

Sommario
  1. Tabellino

Non basta una grande partita per avere la meglio su un Sassuolo rognoso e fortunato, più volte salvato da Pegolo e dai legni della porta. Oltre al risultato, la partita lascia l’amaro in bocca ai rossoneri per la pesante ammonizione rifilata ad Hernendez, che era diffidato e salterà l’Atalanta.

Si inizia subito con il Sassuolo in avanti, con Caputo che conclude di poco alto su invito di Marlon. Al quarto d’ora ci prova Bonaventura con una conclusione angolata sulla quale è bravo Pegolo.

Il Sassuolo, grazie anche a molti errori altrui in fase di palleggio, cerca di creare pericoli, in particolare con Boga, ma Donnarumma è sempre attento.

Alla mezz’ora Calhanoglu prova da fuori area, ma senza esito. La pressione rossonera aumenta e al 35° arriva il meritato vantaggio: da un corner nasce una gran mischia in area, Kessié controlla un pallone di petto e lo smista ad Hernendez, che tira da fuori area spiazzando completamente Pegolo anche grazie ad una deviazione.

L’esultanza è grande, c’è anche una dedica, ma l’atmosfera festosa è rovinata da Manganiello, che annulla dopo un consulto con il Var poiché quello di di Kessié è risultato essere un tocco con la mano alquanto microscopico.

Nel finale di tempo è il Sassuolo ad avere una buona chance: ci prova Kyriakopoulos con un potente sinistro da fuori, respinto benissimo da Donnarumma; l’ultima parola, invece, spetta ancora al Milan con una potenziale occasione per Bennacer, che al 42° cerca di mirare verso la porta da posizione ottimale, ma vede il suo tiro stoppato da un difensore.

Il secondo tempo vede al suo esordio un’incursione di Boga con tiro finale largo di poco; molto più insidioso, invece, il Milan con Bonaventura che entra in area al 52° e tira a botta sicura ricavando solo un corner per via della provvidenziale scivolata di un difensore e poi con un colpo di testa di Piatek sullo stesso angolo battuto da Suso e sul quale Pegolo intervie prontamente.

Al 56° Paquetà, appena entrato per Kessié, si fa vedere immediatamente con ottimo inserimento e una conclusione di sinistro di prima intenzione sulla quale è nuovamente bravissimo Pegolo, con il piede.

Dopo un tentativo terminato fuori di Calhanoglu, le migliori occasioni del finale sono per Leao: entrato al posto di Piatek, il portoghese prende prima la traversa e poi il palo nel giro di cinque minuti: all’83° con una legnata da posizione angolata e all’88° con un rasoterra da fuori area. Si tratta delle ultime occasioni della partita, che termina dopo quattro minuti di recupero.

Tabellino

Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessié (56′ Paquetà), Bennacer, Bonaventura; Suso (85′ Castillejo), Piatek (78′ Leao), Calhanoglu. Allenatore: Pioli

Sassuolo (4-2-3-1): Pegolo; Toljan, Marlon, Ferrari (75′ Romagna), Kyriakopoulos; Magnanelli, Locatelli (79′ Obiang); Djuricic (68′ Traoré), Berardi, Boga; Caputo. Allenatore: De Zerbi

Arbitro: Manganiello

Ammoniti: Toljan, Hernandez, Caputo, Musacchio, Kessié, Bonaventura, Locatelli, Marlon e Paquetà

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana