Serie A Emergenza Coronavirus: verso porte chiuse per 30 giorni

L’Italia è alle prese con l’emergenza infezione da coronavirus e anche nello sport e nel calcio continuano a susseguirsi i colpi di scena e non c’è una decisione chiara e definitiva sul proseguimento del Campionato di Serie A 2019-2020.

Serie A
Logo ufficiale della Serie A


Oggi era in programma il Consiglio Straordinario della Lega Serie A dove si sarebbe dovuto prendere una decisione sulle sorti del campionato di Serie A e decidere se giocare le partite a porte chiuse oppure optare per uno stop di un mese in attesa che rientri l’emergenza dei contagi da coronavirus.
L’Assemblea però non ha raggiunto il numero minimo legale di partecipanti fissato a 14 e quindi non si è potuta tenere.

L’intenzione dei rappresentanti di club di Serie A presenti e della Lega era quella di continuare il campionato giocando le partite in programma a porte chiuse per i 30 giorni indicati dal governo oppure per il tempo necessario a far rientrare l’emergenza coronavirus in Italia.

A tal proposito il ministro per le politiche giovanili e per lo Sport Spadafora già ieri aveva fatto capire che le intenzioni erano di far continuare il campionato facendo giocare le squadre a porte chiuse. Queste le sue parole: “Ci sarà il proseguimento di tutte le attività, anche del campionato, ma nel rispetto della salute per tutti. Partite a porte chiuse? Si va verso questo tipo di provvedimento“.

Secondo Spadafora “il Dpcm che verrà emanato tra poco risponderà a tutti gli interrogativi e chiarirà tutti gli aspetti che riguardano il mondo dello sport. Posso dire che di sicuro si darà la possibilità di realizzare eventi e competizioni sportive esclusivamente a porte chiuse, dando anche indicazioni ben precise per la prevenzione sanitarie delle squadre, degli staff e di tutto il personale coinvolto”

Dopo l’annullamento di questo consiglio di Lega Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter ha detto: “Viaggiamo a vista in attesa di ulteriori provvedimento governativi, ma ora è importante ritrovarci subito in assemblea ed elaborare una strategia comune per dare regolarità al campionata e garantire la continuità gestionale alle nostra società. Peccato per oggi, è mancato il numero legale, ma occorre indire di nuovo una assemblea, che sia formale o informale, per delineare una strategia precisa a salvaguardia del fenomeno sportivo e dei singoli club”.
Queste le parole a caldo del Presidente del Milan Paolo Scaroni: “Il consiglio sta per finire. L’assemblea è andata deserta”.

Nella mattinata era arrivata la notizia ufficiale del rinvio della seconda semifinale di Coppa Italia tra Napoli e Inter dopo che già ieri era stata rinviata anche Juventus Milan.

A questo punto con il calendario già fitto di partite di campionato, coppe e nazionale difficile trovare una data adatta al recupero delle due semifinali di Coppa Italia. Tutto dipenderà anche dal proseguimento di Juventus e Napoli in Champions League.
La prima ipotesi è fare giocare le semifinali il 20 maggio e spostare la Finale di Coppa Italia 2020 al 31 maggio o addirittura ad agosto dopo l’Europeo.

Mentre la Serie A ancora litiga sul giocare a porte chiuse-aperte o con limitazioni geografiche il campionato di Serie B prosegue regolarmente senza particolari scossoni con i vertici del torneo che hanno trovato subito l’accordo adeguandosi alle disposizioni di sicurezza del Governo e facendo giocare le partite a porte chiuse.

In attesa anche delle decisioni definitive del Governo allo stato attuale l’ipotesi più accreditata prevede che questo week-end il 7, 8 e 9 marzo si recupereranno le 6 partite della 26° Giornata che non si sono giocate lo scorso week end.

Recupero partite 26° giornata Serie A:

Sabato 7 Marzo ore 20:45

Sampdoria-Verona

Domenica 8 Marzo ore 20:45

Udinese-Fiorentina

Lunedì 9 Marzo ore 18:30

Milan-Genoa

Parma-Spal

Sassuolo-Brescia

Ore 20:45 Juventus-Inter

Di conseguenza le date delle successive giornate del campionato di Serie A slitterebbero tutte di un week-end.

27° giornata Serie A

venerdì 13

Verona-Napoli ore 18.45

Bologna-Juventus ore 20.45

sabato 14

Spal-Cagliari ore 15

Genoa-Parma ore 18

Torino-Udinese ore 20.45

domenica 15

Lecce-Milan ore 12.30

Fiorentina-Brescia e Atalanta-Lazio ore 15

Inter-Sassuolo ore 18

Roma-Sampdoria ore 20.45

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.