Sassuolo-Juventus 0-3, voti e pagelle: zampino pesante di Ronaldo, ancora bene Khedira, male Consigli

La Juventus torna alla vittoria dopo il pari casalingo contro il Parma e la sconfitta in Coppa Italia contro l’Atalanta grazie ad un netto successo esterno contro il Sassuolo.

Archiviata così una settimana di dubbi e di voci negative intorno allo spogliatoio bianconero che, nel match dell’aperitivo della domenica, piega un Sassuolo coriaceo ed intenso ma spesso inconcludente soprattutto nei match con le prime della classe.

(Foto postata dall’account “Twitter” della “UEFA Champions League”)

Dopo quindici minuti di apnea e di grande sofferenza, la Juventus trova, con la proverbiale e tanto agognata calma, la sua qualità in tutti i suoi interpreti trascinata, una volta di più, dal solito Cristiano Ronaldo che, su tre reti, fa en plein ed interviene attivamente in ciascuna di esse.

A sbloccarla il risultato dopo poco più di 20 minuti è un brillante Khedira che fa seguire un’altra buona prestazione dopo quella sfortunata contro il Parma per i due pali colpiti, e permette ai bianconeri di trovare il gol che sblocca la partita.

La Juventus, rimossa la tensione iniziale, comincia a gestire meglio il gioco propositivo ed arioso dei neroverdi facendosi via via più pericolosa e fallendo alcune occasioni potenzialmente buone per il doppio vantaggio.

Nella ripresa la grande occasione, un po’ per caso e un po’ a sorpresa, è però sui piedi di Domenico Berardi che, favorito da un pasticcio in uscita di Szczesny (ad inizio gara decisivo e coraggioso su un altro intervento chiave per l’esito del match), manda di poco a lato con la porta spalancata dalla lunga distanza.

L’errore sembra essere il segnale di resa per la squadra di casa che, nel giro di pochi minuti, si trova, prima a fare i conti con l’ennesima rete di Ronaldo, a quota 18 in Serie A, a +2 su Quagliarella e Zapata, e poi con un delizioso duetto Dybala-CR7 che regala ad Emre Can, subentrato da 42 secondi, la possibilità di siglare il terzo gol con un sinistro preciso e delizioso.

Con questo successo, malgrado “l’emergenza difesa”, la Juventus si porta a 63 punti e di nuovo a +11 sul Napoli fermato al Franchi dalla Fiorentina il giorno prima, ma soprattutto lancia segnali di sorriso fiducia e condizione ritrovati a pochi giorni dal grande appuntamento di Champions League contro l’Atletico Madrid.

VOTI

MIGLIORI

Ronaldo 7,5: brilla ancora la stella del fenomeno nel campionato italiano nel quale, ormai, sembra muoversi con la disinvoltura e la sicurezza di un veterano. CR7 ammalia con le sue giocate e la sua qualità di un altro livello mettendo lo zampino, più o meno direttamente, in tutte e tre le reti bianconere. Sempre più imprescindibile.

Khedira 7: era stato particolarmente sfortunato sette giorni fa con il palo due volte a negargli la gioia del gol, ma il tedesco, fisicamente ritrovato, leggero e dinamico, si prende la rivincita sbloccando la gara con la sua solita, ineguagliabile, abilità nel farsi trovare nel posto giusto al momento giusto.

Dybala, Mandzukic e Bernardeschi 6,5: i compagni di reparto di Ronaldo duettano bene con il fenomeno portoghese aggiungendo poi una preziosa e costante fase di ripiegamento che permette alla difesa bianconera, da giorni sotto accusa, di gestire i 90 minuti con maggiore sicurezza. 

Emre Can 6,5: pronti via, bastano 42 secondi per mettere la firma sul match mantenendo d’oro la giocata a quattro piedi di Dybala e Ronaldo, con un altrettanto valido colpo da biliardo. 

Locatelli 6,5: quando vede bianconero il giovane centrocampista ex Milan, protagonista di un gol vittoria a San Siro contro la Juventus ormai due stagioni fa, sembra sempre tirare fuori il meglio di sé e, nella serata di Reggio Emilia, mette in scena l’ennesima ottima prova di questa stagione per grinta, gamba e lucidità tattica.

PEGGIORI 

Rugani 5,5: rischia la frittata pronti via ma Szczesny rimedia con un mezzo miracolo con un intervento tanto rischioso quanto indispensabile. Per il resto ogni tanto sembra soffrire l’imprevedibilità di Djuricic e Berardi, mentre altre volte se la cava con sicurezza tentando anche alcune impostazioni in stile Bonucci ma con esiti differenti. 

Berardi 5,5: partita di grande sacrificio e qualitativamente sufficiente, ma l’errore a porta vuota, malgrado tutte le attenuanti possibili, pesa perché era sul suo piede e perché era solo sullo 0-1 con la possibilità di rendere la gara tutta un’altra storia. 

Lirola, Magnani, Rogerio e Peluso 5,5: la linea difensiva, chi più chi meno, balla spesso e, nonostante sia lodevole la volontà di giocare sempre la palla e di non buttare mai via il possesso, a volte, a mali estremi, estremi rimedi. 

Consigli 5: il primo gol nasce anche da un suo svarione e sul colpo di testa di Ronaldo l’uscita non è delle più fortunate divenendo così protagonista negativo nella serata del Sassuolo. 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini