Sassuolo – Inter 1-2, voti e pagelle: Dzeko determinante, Barella motore. Male Chala e Correa

L’Inter vince 2-1 contro il Sassuolo in rimonta e ritorna ai 3 punti in campionato. Al Mapei Stadium gran primo tempo dei neroverdi che passano in vantaggio con Berardi su rigore. Nella ripresa l’Inter reagisce e prima pareggia con Dzeko, poi trova la rete vittoria su rigore con Lautaro Martinez. Inter a 17 punti in classifica.

Sassuolo – Inter 1-2

Nell’11 anti Sassuolo Inzaghi sceglie il ritorno di Cahlanoglu titolare, gli esterni Perisic e Dumfries. E in in attacco Lautaro Martinez e Correa.

Primo tempo difficile per i nerazzurri a Reggio Emilia. L’Inter resta coerente col proprio gioco e identità tattica, ma soffre sia il buon pressing alto della squadra di Dionisi sia le difficoltà nelle costruzione bassa. Tanti errori nell’uscita bassa col pallone, tante distrazioni che hanno come effetto stressare la difesa e concedere spazio ai velocisti del Sassuolo.

Sassuolo che riesce a essere pericoloso soprattutto sulla fascia sinistra con Boga, che riesce a mettere in difficoltà un non attento Dumfries e anche Skriniar non lucidissimo in questa partita. Gli ostacolo nell’uscire col pallone in difesa, permettono anche a Djuricic di avere spazio da attaccare centralmente. Il gol del Sassuolo arriva comunque dalla sinistra. L’Inter non riesce a palleggiare con correttezza nella propria metà campo e il Sassuolo recupera palla. Boga punta in area Skriniar, ch è costretto a stenderlo. Berardi dagli 11 metri batte Handanovic.

Nella ripresa Inzaghi toglie i deludenti Correa, Calhanoglu e Dumfries più Bastoni e in inserisce Dzeko, Vidal, Darmian e Dimarco. Il Sassuolo sbatte il possibile 2-0 su un ottimo Handanovic che mura Boga e poi con carattere e mentalità riesce a ribaltarla. Appena entrato Dzeko timbra il pari. Cross di Perisic dalla sinistra e incornata in tuffo del bosniaco per l’1-1.

L’Inter cresce, il Sassuolo cala e i nerazzurri trovano il sorpasso al 78°. Verticalizzazione di Brozovic, Dzeko scatta e supera Consigli che lo stende appena dentro l’area. Rigore per l’Inter. Va Lautaro Martinez che batte Consigli per il 2-1 finale.

Voti e pagelle

TOP INTER

Dzeko, 7.5: entra al 58° e in pratica risolve la partita per i nerazzurri. Dopo 30 secondi si fa trovare pronto per il pareggio. Tiene su la manovra offensiva dell’Inter e poi al 78′ trova il rigore che decide il match. Difficile fare meglio.

Brozovic, 7: fatica molto nel primo tempo. Solo nell’iniziare la manovra della squadra, si trova troppo pressato e senza aiuto ed è costretto all’errore, ma in mezzo lotta sempre. Nella ripresa, il Sassuolo cala e lui riesce a girare meglio e con più lucidità. Sua la verticalizzazione che porta sl rigore.

Barella, 7: anche lui in difficoltà a centrocampo, ma il carattere e la voglia del centrocampista italiano è un po’ lo spirito dei nerazzurri. Sale di livello con la squadra ed è sempre presente sia in copertura che nell’avanzare della manovra.

FLOP INTER

Dumfries, 5: sicuramente in potenziale è molto meglio di così e può dare di più, ma dopo l’opaca prestazione di Donetsk un’altra serata no. Impreciso in fase offensiva, moto disattento dietro dove è quasi sempre mal posizionato e lascia Skriniar in balia degli assalti di Boga. Primo tempo non sufficiente. Esce a inizio ripresa per un più stabile Darmian.

Calhanoglu, 5: se comunque Barella e Brozovic nonostante le difficoltà sono dentro al contesto di squadra e sanno cosa fare, il turco ancora fatica. Non aiuta il croato in costruzione, manca in copertura e fa molto poco in fase offensiva. Per essere punto stabile dell’Inter deve crescere per forza.

Correa, 5: l’attacco argentino con Lautaro può dare sicuramente più velocità e imprevedibilità, ma nel primo tempo c’è poca connessione tra i due e Il Tucu fatica ad essere incisivo. Con Dzeko l’attacco cambia e la partita svolta.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco