Sampdoria, rottura crociato: stagione finita per Gabbiadini

Manolo Gabbiadini ha riportato la lesione del crociato anteriore del ginocchio sinistro. Stagione finita per l’attaccante, che verrà rimpiazzato da Sebastian Giovinco.

Stagione finita per Manolo Gabbiadini: l’attaccante della Sampdoria, uscito dal campo dopo 36 minuti nella sfida contro il Sassuolo, ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. La prognosi è fatale: dai sei agli otto mesi di stop, ciò vuol dire che la Sampdoria dovrà tornare sul mercato.

Ieri vi abbiamo raccontato dell’imminente arrivo di Sebastian Giovinco a Genova. L’ex Juventus si è svincolato dall’Al Hilal, e firmerà un contratto fino al prossimo 30 giugno. Giunto ieri sera nel capoluogo ligure, Giovinco ha già effettuato le visite mediche, presso il laboratorio Albaro.

Immagine
Gabbiadini in allenamento con la Sampdoria: immagine dall’account Instagram dell’atleta

Giampaolo lo attende con ansia, anche perché ad oggi l’attacco doriano conterebbe solo tre punte, visto l’imminente rientro di capitan Quagliarella fermo nelle ultime due settimane per un affaticamento alla gamba. Giovinco era già tra gli obiettivi di mercato della Sampdoria, che in questa sessione invernale voleva aggiungere un elemento al reparto offensivo, ma non era riuscita ad accordarsi col Sassuolo per Defrel.

Giovinco ha accettato con euforia questa nuova sfida, che lo riporta in Italia dopo sette anni di assenza: “Ho dato subito la mia disponibilità alla Sampdoria. Mi fa piacere ritrovare il campionato italiano, tanti giocatori che conosco e stimo come capitan Quagliarella, sono pronto per dare una mano alla squadra”.

In quanto a Gabbiadini, il grave infortunio non sembra averlo scoraggiato: “Volevo ringraziare tutti i tifosi sampodoriani, tutti quelli che mi stanno scrivendo – ha scritto sui social – Ho subito questo brutto infortunio, ma i vostri messaggi mi stanno dando la forza di riprendere la strada verso il campo. Ho ancora tanto da dimostrare con questa maglia e non vedo l’ora di farvi di nuovo esplodere come è già successo nei derby e in tante partite”.