Salernitana: due calciatori delle giovanili arrestati per scippo

I due rei sono ora in custodia presso una comunità minorile. Presidente Iervolino: “Atto che condanneremo con forza”.

Salerno – Due tesserati del settore giovanile della Salernitana sono stati arrestati ieri nel Rione Carmine, un quartiere del centro città, mentre venivano colti in flagrante nel commettere reato di scippo ai danni di una signora. Ad operare la cattura gli agenti della Squadra Mobile della questura di Salerno, accorsi sul posto dopo che la vittima dello scippo li aveva allertati.

Un fatto che ha destabilizzato dall’interno il giovane spogliatoio della squadra campana. Oggi, sulla vicenda, è intervenuto anche Danilo Iervolino, l’imprenditore che ha rilevato le azioni del club a inizio anno. Iervolino parla di “Atto gravissimo, che condanniamo con forza e che evidentemente confligge con i nobili valori che lo sport deve trasferire e, che noi vogliamo fortemente trasmettere alle future generazioni”.

I due giovani, entrambi classe 2004, erano in sella a un motorino ma non sono riusciti a scappare con la refurtiva visto il tempestivo intervento delle forze dell’ordine. Entrambi sono stati trasferiti momentaneamente in comunità su disposizione del Tribunale dei Minori di Salerno.

Da capire quale sanzione infliggerà loro la società granata. Non è da escludere la rescissione contrattuale, a monito di un atto che non dovrà ripetersi più.