Roma-Sassuolo, le dichiarazioni pre-partita di Mourinho: “Lo sfogo? Nessun giocatore si è offeso”

Il tecnico giallorosso ha parlato in vista del match contro i neroverdi in campionato.

Dopo il pareggio con polemiche di Genova e la sconfitta di Milano che ha sancito l’eliminazione dalla Coppa Italia, la Roma torna in campo per sfidare il Sassuolo che, analogamente ai giallorossi, ha vissuto una settimana non troppo felice.

Tra i tempi più “caldi” in orbita Roma, c’è soprattutto il discorso legato a Josè Mourinho e allo sfogo che avrebbe avuto negli spogliatoi post-sconfitta contro l’Inter.

Lo stesso Special One, in conferenza stampa, ha voluto evidenziare a gran voce che niente di ciò che ha detto ha offeso i giocatori, non divulgando quali sono stati gli argomenti e i discorsi trattati.

Ciò che è stato detto nello spogliatoio rimane, dunque, nello spogliatoio e tutto si è chiuso con una battuta da parte del mister portoghese che, riguardo la rabbia dei giocatori di Serie C per l’esempio che l’allenatore avrebbe fatto nella frase: “se avete paura andate a giocare in Serie C”, dicendo che hanno fatto bene ad offendersi e scusandosi del malinteso perché conscio che anche per giocare in quella divisione serve personalità.

Tornando a discorsi di campo, non sono affatto piaciuti i 12 minuti iniziali contro l’Inter, poi la squadra è sembrata tornare ai ritmi soliti giocando un buon match.

Il problema dunque, è sempre sui black out che la squadra capitolina subisce in vari momenti dei match.

Per il match contro il Sassuolo saranno tutti convocati, tranne lo squalificato Zaniolo, con Abraham che sembra stare bene e Pellegrini che torna a pieno regime con la voglia di rientrare a pieno ritmo partita.

I black out si toglieranno lavorando, analizzando e capendo come lavorare sugli aspetti che ancora non sembrano funzionare e bisognerà farlo già contro il Sassuolo, validissima avversaria con una tecnica e qualità che Mourinho reputa addirittura superiore a quella dei giallorossi.