Roma-Sassuolo, le dichiarazioni pre partita di Josè Mourinho: “Pellegrini rinnova, niente turnover”

Il tecnico della Roma ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro il Sassuolo.

Abbandonate le tribolanti soste per le Nazionali, la Serie A torna protagonista del weekend e la Roma di Josè Mourinho è subito impegnata in un delicato match casalingo contro il Sassuolo di Dionisi.

Una partita speciale per tanti motivi, primo tra cui il raggiungimento delle 1000 panchine in carriera per il tecnico portoghese.

Inutile stare qui a presentare una delle carriere più longeve e vincenti della storia del calcio, ma sentendo le parole dette in conferenza stampa, la voglia di Josè Mourinho di essere protagonista è sempre la stessa, anche dopo mille partite disputate.

La sosta delle Nazionali, secondo lo Special One, è un problema che va avanti da tanti anni ed è difficile trovare una soluzione che possa aiutare sia i club, che le rappresentative nazionali. Ulteriore “lamentela” deriva dal fatto che in questa sessione di partite, i giocatori hanno dovuto disputare match molto vicini alla data delle partite con i club, ma Mourinho non parla d’altro, dicendo che ha voluto sorvolare sui possibili problemi legati a questo argomento.

Gli elogi, questa volta, vanno a Nicolò Zaniolo e il mister ringrazia Dionisi e Sir Alex Ferguson per le parole al miele spese riguardo il talento del ragazzo. Non è stato facile per lui vedere i compagni vincere un Europeo, ma con umiltà e maturità ha capito di non dover forzare il suo rientro e Mourinho ha subito notato la sua professionalità dai primi allenamenti.

Il potenziale tecnico e fisico è immenso e il portoghese se lo gode, così come si gode Lorenzo Pellegrini.

Il tecnico si scompone dicendo che il ragazzo è sempre più vicino a firmare il prolungamento del contratto che lo legherà alla Roma e ribadisce l’enorme importanza del ragazzo nel progetto giallorosso.

Il Sassuolo sarà una squadra difficile da affrontare e la filosofia tramandata da Roberto De Zerbi sembra essere riproposta anche con Dionisi, ma il turnover è assolutamente da escludere.

Nonostante i giovani che la Roma dispone siano di buon livello, Mourinho non vede nella sua rosa la stessa forza e intercambiabilità dei top club europei e ribadisce che sono state giocate solo due partite in campionato, dunque i ragazzi possono tranquillamente dimostrare di avere ancora benzina in corpo.

Lo Special One apre anche ad una nuova possibile alternativa tattica: Ibanez potrebbe, infatti, essere riproposto come esterno visto che Vina non sta bene. Il ragazzo già nel pre campionato ha dimostrato di saper fare quel ruolo e potrebbe essere un’arma in più nell’arsenale capitolino.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€