Roma-Milan, dichiarazioni pre partita Stefano Pioli: “Domani partita difficile. Dovremo essere puliti tecnicamente e lucidi mentalmente”

Alla vigilia di Roma-Milan, big match dell’11° giornata di campionato in Serie A, ha parlato poco fa in conferenza stampa, come di consueto, il tecnico dei rossoneri, Stefano Pioli. Queste le sue parole prima del match che domani sera vedrà i meneghini affrontare il gruppo di José Mourinho.

Reduce da 9 vittorie e 1 pareggio nelle prime 10 giornate di campionato che lo collocano al primo posto in classifica in Serie A insieme al Napoli di Luciano Spalletti, il Milan di Stefano Pioli si prepara alla delicata trasferta di Roma che domani sera lo vedrà affrontare la formazione di casa guidata da José Mourinho la quale giunge all’appuntamento coi rossoneri da una striscia di due risultati utili consecutivi (1 vittoria e 1 pareggio) e con il quarto posto in graduatoria, a -2 dal terzo dell’Inter.

Roma-Milan: dichiarazioni pre partita Stefano Pioli.
Così Stefano Pioli in conferenza stampa prima di Roma-Milan di domani sera.

Del match dell’Olimpico, il cui fischio d’inizio è fissato alle 20:45, ha parlato poco fa in conferenza stampa, Stefano Pioli che ha innanzitutto sottolineato le insidie che potrebbero nascondersi dietro il match di domani sera per la sua squadra:

La Roma è imbattuta in casa, unica a pareggiare col Napoli, Hanno talento e qualità, ci aspetta match importante. La partita di domani sarà particolarmente difficile: ci siamo preparati bene, siamo pronti. Una partita difficile, in attacco la Roma non è seconda a nessuno. L’aspetto più importante della Roma col Napoli è stato il carattere: hanno avuto grande fisicità e determinazione, conosciamo l’Olimpico e le difficoltà che troveremo: dovremo essere puliti tecnicamente e lucidi mentalmente. Coi giallorossi dobbiamo alzare l’asticella: le loro qualità sono diverse da quelle del Torino.

Il tecnico del Diavolo ha successivamente parlato della pericolosità della Roma sui calci piazzati e di Mourinho:

Le palle inattive sono situazioni importanti da preparare, sappiamo le loro qualità con Pellegrini e tanti saltatori forti. Ho tutto presente, anche i centimetri dei miei difensori. Mourinho è un grande allenatore e un grande manager, ha vinto ovunque. Molto bravo a dare identità alla squadra.

Pioli ha quindi concluso il suo intervento davanti ai microfoni esprimendo soddisfazione per la “mentalità da scudetto” che la sua squadra sta dimostrando partita dopo partita:

Sono contento di questo, dobbiamo continuare a giocare per realizzare i nostri sogni, dobbiamo allenarci, sviluppare il potenziale e lottare per vincere”. Il Milan vince e gioca male? Col Toro non abbiamo giocato male, i granata ti fanno palleggiare meno del solito ma siamo stati squadra fino alla fine, dobbiamo continuare ad avere questa mentalità. Noi giochiamo sempre per essere offensivi, ma ci sono gli avversari: l’importante è l’approccio alla partita, senza farsi distrarre dai risultati, positivi o negativi che siano. Adesso non ci interessa quello che abbiamo fatto fino a oggi, ci interessa quello che faremo da domani in poi. Tenere alti gli stimoli è l’obiettivo, ma non è difficile: la mia squadra è vogliosa e affamata

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi