Roma, accordo con Fonseca: trattativa per abbassare la clausola rescissoria

Manca ancora l’ufficialità, ma sembrerebbe essere il portoghese l’uomo scelto per il dopo Ranieri.

La Roma a un passo da Paulo Fonseca. Si è concluso positivamente il vertice tenutosi nella giornata di ieri a Madrid tra l’allenatore portoghese, il suo agente e i dirigenti giallorossi Fienga, Petrachi e un intermediario italiano.

Nonostante i recenti e insistenti rumors intorno a De Zerbi, sembrerebbe essere l’allenatore dello Shakthar il prescelto per la panchina della Roma che – salvo sorprese dall’Uefa per il caso Milan – si radunerà tra poco più di 20 giorni a Trigoria in vista dei preliminari di Europa League.

Il tecnico portoghese, a cui è stato proposto un triennale da 2.5 milioni di euro più bonus a stagione, ha voluto delle delucidazioni circa il piano acquisti-cessioni che ha in testa la società avanzando le sue personali proposte: trattenere alcuni big della rosa e prendere alcuni calciatori, su tutti il terzino sinistro Ismaily.

Ora si attende l’ok da parte dello Shakthar con cui Fonseca ha ancora un contratto fino al 30 giugno 2020: bisognerà trattare con il club ucraino per l’eliminazione o quantomeno l’abbassamento della clausola rescissoria di 5 milioni di euro.