Roland Garros 2021: Tsitsipas doma Zverev in cinque set e approda in finale

Lungo braccio di ferro tra il 24enne tedesco e il greco n. 1 della Race, che conquista agevolmente i primi due set, subisce l’inaspettata rimonta dell’avversario ma tiene i nervi saldi e vince il quinto set dopo aver salvato tre palle break nel game di apertura: è la prima finale Slam della sua carriera.

Stefanos Tsitsipas raggiunge la finale del Roland Garros battendo Alexander Zverev con il punteggio di 6-3; 6-3; 4-6; 4-6; 6-3 dopo 3 ore e 37 minuti di gioco. Vittoria meritata per il 22enne greco che dopo il brillante match con Medvedev conferma il suo eccezionale stato di forma e fissa sul 6-2 gli scontri diretti con il tedesco. Zverev comincia a giocare il suo miglior tennis solo nel terzo set, ha la forza di rimontare fino al 2-2 ma cede alla fine a un avversario quest’oggi superiore (140 a 129 i punti vinti) pagando amaramente una partenza a rilento.

Le statistiche fotografano una partita condizionata dalla tensione (molti gli errori non forzati, specie nella prima metà del match), che Tsitsipas porta a casa lavorando con determinazione su un canovaccio tattico molto chiaro: servizio a uscire per aprirsi il campo, rovescio di costruzione e dritto a sventaglio per far correre l’avversario e portarlo fuori giri. Troppe le incertezze di Zverev, soprattutto sul suo colpo più debole (il dritto), nonostante un ottimo 70% di prime palle e un rovescio discreto anche se lontano dalle giornate migliori. Il n. 6 del mondo conferma la propria avversione ai tornei dello Slam, dove è ancora alla ricerca della prima vittoria contro un giocatore in Top 10.

(Fonte: account Instagram Roland Garros)

Il racconto del match

Buona partenza per Tsitsipas che complici le difficoltà di Zverev con il dritto insiste sulla diagonale destra a suo favore e strappa la battuta all’avversario nel secondo gioco confermando il break nel successivo (3-0).

Due stecche del greco consentono al n. 6 del mondo di muovere il punteggio ma il game successivo, vinto da Tsitsipas a zero e concluso da un dritto a sventaglio che Zverev in allungo col rovescio non può che affossare in rete, lascia intuire la momentanea superiorità del n. 1 della Race, bravo ad aggredire lo scambio sfruttando la passività di un avversario sempre troppo distante dalla riga di fondo.

Anche se con incostanza disastrosa, alternando aces a doppi falli e continuando a faticare con il dritto Zverev rimane agganciato fino al 5-3, poi annulla un set point ma cede il primo parziale tradito dal suo colpo migliore, un rovescio ancora freddo spedito in corridoio: è 6-3.

All’inizio del nuovo set si presenta alla battuta tutto un altro Zverev: più caldo, più aggressivo, più pulito al servizio e negli scambi prolungati. Il salto di qualità del suo tennis gli consente infatti di breakkare immediatamente Tsitsipas e di ritoccare poi il punteggio sul 3-0.

Ma è solo un fuoco di paglia: la testa di serie n. 5 resta in agguato ed è sufficiente qualche gratuito di Zverev per riportare il set sui binari (3-3) e far ripiombare il tedesco nel torpore di inizio partita. Al settimo game, in risposta, Tsitsipas torna a macinare divinamente, respinge come un muro di gomma le sferzate dell’avversario e sale splendidamente a rete ribaltando il set (4-3).

Altri due giochi vinti dal greco, il secondo con Zverev alla battuta, completano un parziale analogo al primo nel punteggio (6-3 in circa 40 minuti) ma molto diverso nell’andamento: dopo 3 game di fila del tedesco, i 6 consecutivi di Tsitsipas sembrano porre una pietra tombale sulle speranze di vittoria del tedesco.

Un lieve calo fisico di Tsitsipas e soprattutto del suo rovescio, elegante ma ora usurato e meno risolutivo, permette a Zverev di recuperare terreno: il tedesco ottiene un break al terzo game e prova a regalarsi un set più equilibrato. Conserva quindi il vantaggio nel settimo game, con qualche patema ma anche con un discreto coniglio dal cilindro (mortifero rovescio lungolinea sul 40 pari), infine va a servire per il set e chiude 6-4 tenendo la battuta a zero e allungando con orgoglio una partita praticamente persa.

Il quarto set conferma in avvio le sensazioni lasciate dal terzo. Più libero di incanalare il gioco sulla diagonale di sinistra e di sprigionare la forza del suo rovescio Zverev conquista un break nel primo game che consolida poi al servizio.

La stanchezza crescente dei due giocatori accorcia gli scambi e la durata media dei giochi e si procede on serve fino al 5-4. Tsitsipas, sfibrato e forse sorpreso dal rientro prepotente dell’avversario, soffre l’inerzia della partita ora a favore del tedesco e non riesce a evitare che questi vada a servire per portare il match al quinto: il greco resta in attesa scommettendo sulla tensione di Zverev che prevale però nello scambio più lungo della partita sullo 0-15, firma il 40-15 con un magnifico lob e porta finalmente a casa il parziale con un servizio vincente a uscire.

Nel primo game del quinto set, sotto 0-40, Tsitsipas reagisce con cattiveria risalendo il punteggio e tenendo la battuta. Nel terzo gioco rispolvera magnifici vincenti di dritto e di rovescio e chiude con un ace, segno che il suo tennis è ormai tornato sui livelli dei primi due set.

Al servizio sul 2-1 Tsitsipas, Zverev è tradito dal rovescio e concede un break destinato a rivelarsi decisivo. Il match sembra ora di nuovo obbedire al volere del greco. Sul 5-2, con Zverev alla battuta, Tsitsipas vede cancellarsi quattro match point (il secondo con una pregevole smorzata di rovescio, il terzo con un ace), ma doma la tensione e tornato al servizio chiude con facilità l’ultimo atto di una partita che nel complesso lo vede giustamente vincitore.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus