Risultati Serie A1 volley femminile: Novara si sbarazza di Bergamo 3-0

C’è stata battaglia per un solo set e mezzo, ma la Igor Gorgonzola Novara è riuscita ad imporsi in maniera netta, 3-0 (20-25; 18-25; 22-25), al PalaAgnelli di Bergamo contro una Zanetti comunque in ripresa rispetto ai disastri di inizio campionato.

La squadra di coach Turino non è riuscita a tendere la trappola alle più quotate avversarie, nonostante la voglia messa in campo nel tenere bene gli scambi durante prime fasi del match.

Poi la classe superiore di Novara, trascinata da Herbots, Bosetti e una super Chirichella al centro, ha avuto la meglio consegnando alla squadra di Lavarini tre punti fondamentali per consolidare il secondo posto in classifica. MVP del match proprio Herbots, autrice di ben 17 realizzazioni nonostante abbia accusato un momento di appannamento nel terzo set.

Bergamo-Novara 0-3: il racconto del match

Lavarini vuole evitare brutte sorprese e conferma il sestetto “tipo” con Hancock-Smarzek in diagonale, Chirichella-Bonifacio al centro e la coppia Herbots-Bosetti in banda, con Sansonna libero.

Turino risponde con la diagonale Valentin-Faucette, Dumancic e Moretto al centro e la coppia Enright-Loda in attacco. Fersino è il libero.

La gara inizia in modo molto combattuto, con le due squadre che si dimostrano subito molto attente in difesa e danno vita ad azioni prolungate. Bergamo sfrutta un ottimo inizio di Dumancic e si porta avanti sul 5-4 dopo aver attaccato due volte sulle mani del muro, prima con Johnson, poi con Enright.

Novara si affida subito ad una Herbots molto ispirata, brava ad attaccare delle “pipe” violente che lasciano di sasso la sconda linea orobica. Un muro di Bosetti su Johnson frutta il 7-5 Novara, subito ricucito da Enright che gioca ancora il mani-out.

Un primo allungo serio Novara lo ottiene sull’8-11 con il primo punto di Smarzek, brava a trovare lo spazio in diagonale. Loda sbatte ancora contro il muro di Bosetti (9-12), ma un attacco out di Herbots fa riavvicinare Bergamo a -1 (11-12).

Ancora Loda colpisce in diagonale (12-13), mentre Chirichella manda fuori la “fast” e regala il punto del 13 pari. Johnson trova una gran parallela e una pestata di Bosetti costa a Novara il punto del 15-13, che costringe Lavarini a rimettere ordine chiamando timeout.

Al rientro in campo, con Zanette a sostituire Smarzek in posto 4, Novara risale la china e si porta sul 19-17 con Chirichella che realizza quattro punti consecutivi, due dei quali in fast.

A quel punto, Novara riesce a scappare e, nonostante Turino corra ai ripari chiamando tempo, va a segno con Hancock in battuta per il 22-18. 7

Set chiuso sul 25-20 dall’accoppiata Herbots-Zanette, entrambe a segno in diagonale, dopo alcuni errori da una parte e dall’altra della rete.

Il primo set lascerebbe presagire una resistenza strenua di Bergamo, che invece molla la presa e subisce un turno in battuta mortifero di Britt Herbots: la belga si guadagna i nove metri con un gran diagonale per il 7-5, e ne esce solo sul 14-6 dopo aver realizzato ben tre ace.

Chisky Marcon, entrata in campo per dare una mano in ricezione, interrompe il turno al servizio della Herbots con una grande parallela. Poi, però, sale in cattedra Bosetti e un suo pallonetto vale il punto del 16-8.

Bergamo prova a rientrare sfruttando un errore di Herbots e un colpo morbido di Enright, che vale il 17-12. Ma Novara mantiene le distanze di sicurezza e nel finale di set accelera sfruttando ancora il gioco delle proprie attaccanti.

Herbots colpisce nuovamente in pipe (22-15), mentre Zanette si fa sentire in diagonale su Loda (23-17) e Bosetti beffa la difesa col suo solito pallonetto spinto (24-17). Chiude il set, sul 25-18, un errore al servizio di Mio Bertolo, subentrata al centro per una Dumancic in fase calante.

Il terzo set si apre sempre nel segno di Novara, che riscopre un’ottima Zanette, autrice di quattro punti e un muro su Lanier i quali valgono l’8-3 delle piemontesi-

Bergamo è però avversario mai domo e Novara commette l’errore di rilassarsi. Qulche errore di troppo, tanto in attacco quanto in battuta, consente a Bergamo di riportarsi sull’11-8 dopo un muro di Loda su Herbots.

Bosetti amplia nuovamente il vantaggio sul +6 (14-8) con un attacco in parallela, mentre un muro di Herbots su Johnson e un primo tempo messo a segno da Bonifacio e un suo muro sulla stessa Faucette, consentono a Novara di scappare sul 17-9.

Da quel momento sembra non esserci più partita: Populini va in battuta e realizza un ace (19-10), mentre Chirichella torna a colpire in fast per il 21-13.

Sembrerebbe finita e invece Novara accusa un altro calo di concentrazione: Herbots sbaglia in battuta, poi in ricezione, consentendo a Prandi di realizzare due ace consecutivi (21-17).

Lavarini richiama tutte all’ordine e Novara riesce a balzare sul 23-18 con un altro primo tempo di Bonifacio. Bergamo non molla e tenta una rimonta disperata fino al 23-21, quando un muro di Lanier su Bosetti costringe Lavarini al secondo timeout discrezionale.

Al rientro in campo ci pensa Herbots a mettere giù, in diagonale, il pallone che scotta (24-21). Match point che viene realizzato da Bonifacio, la cui intesa con Hancock cresce di partita in partita.

Il terzo set si chiude dunque 25-21. Novara batte Bergamo 3-0 e si conferma unica alternativa valida alla corazzata Conegliano (34 punti contro i 39 delle venete).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus