Serie A, Risultati Partite 34^ Giornata e Classifica 3 Maggio 2015

Serie A

Serie A, i risultati, i marcatori e la classifica aggiornata della 34^ Giornata di Serie A

Sampdoria-Juventus 0-1 sabato ore 20.45 / 32′ Vidal (J)  /

Sassuolo-Palermo 0-0 sabato, ore 20.45

Roma-Genoa 2-0 domenica, ore 12.30 / 435′ Doumbia (R), 92′ Florenzi (R) /

Atalanta-Lazio 1-1 / 48′ Biava (A), 77′ Parolo (L) /
Allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia l’Atalanta, che necessita ancora di qualche punto per una salvezza che sembra ormai prossima, ospita una Lazio che deve necessariamente difendere il secondo posto dagli attacchi della Roma, quest’oggi vincente contro il Genoa. A dispetto dei pronostici iniziali, sono i bergamaschi che fanno la partita per gran parte del primo tempo: lo dimostra il vero e proprio miracolo di Marchetti su un colpo di testa di Migliaccio, ben imbeccato su corner da Moralez. Al trentaduesimo gli ospiti si svegliano dal loro torpore grazie al solito Felipe Anderson, il quale mette in mezzo un pallone invitante per Keita che, in girata, si fa parare da Sportiello. Nel finale altra perla di Marchetti: questa volta l’autore del tiro è il Papu Gomez che, dalla distanza, impegna e non poco l’ex Cagliari. Nella ripresa partono meglio i bergamaschi che, sempre grazie ad uno scatenato Gomez, colpiscono il palo a causa di una deviazione del solito Marchetti. Sugli sviluppi del corner arriva l’incredibile vantaggio dell’Atalanta grazie all’ex di turno Biava con un magnifico terzo tempo ed un imperioso stacco di testa. Lo svantaggio scuote gli uomini di Pioli che si spingono in avanti senza timori reverenziali: quando mancano poco meno di 15 minuti alla fine riescono a trovare, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la mezza rovesciata vincente di Parolo che prende il tempo a Bellini.

Fiorentina-Cesena 3-1 / 31′ Ilicic (F), 34′ Ilicic (F), 55′ Gilardino (F), 58′ Rodriguez (C) /
All’Artemio Franchi va in scena un match decisivo e cruciale sia per la Fiorentina, che vuole ambire ad un posto in Champions League, ed il Cesena, invischiato nell’assai complicata lotta per non retrocedere. Partono subito forte, come era ampiamente prevedibile, i padroni di casa con un bis di occasioni firmate Ilicic prima e Salah poi; in entrambi i casi, però, Agliardi è superlativo. Al quarto d’ora la Viola va ancora vicina al gol con Vargas e la sua punizione micidiale dalla distanza che impegna l’estremo difensore emiliano, il quale manda la palla in corner. Proprio sugli sviluppi del calcio d’angolo è ancora Salah, con un tap-in, ad impegnare Agliardi: è assedio Viola. Gli uomini di Montella attaccano costantemente e senza sosta, tanto da guadagnarsi un calcio di rigore -dubbio- per fallo di Mudingay su Borja Valero: dal dischetto si presenta Ilicic che non sbaglia, portando i suoi meritatamente in vantaggio. Non passano nemmeno tre minuti che lo sloveno realizza la doppietta personale: l’ex Maribor, mancino naturale, si porta il pallone sul destro e da 15 metri fa partire un tiro imparabile: è 2-0. Nel finale altra occasione clamorosa per Salah in campo aperto, il quale mette in mezzo per l’accorrente Vargas il quale, però, si fa anticipare all’ultimo. Nel secondo tempo i Viola partono forte: Borja Valero tira fuori di pochissimo dalla destra su assist di Salah. Si rivede in avanti anche il Cesena che, con Rodriguez defilato, spara a lato. Sul capovolgimento di fronte arriva il gol della Fiorentina firmato Gilardino: Salah imposta per Kurtic che mette in messo per l’ex Milan che non sbaglia. Poco dopo gli emiliani accorciano le distanze con Rodriguez che realizza un gol meraviglioso dalla distanza.

Verona-Udinese 0-1 / 55′ Di Natale (U) /
Al Bentegodi va in scena una sfida tra coloro che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato: Verona ed Udinese, due compagini il cui obiettivo primario -la salvezza- è stato centrato con parecchie settimane d’anticipo. Non vi sono molte occasioni da segnalare nella prima frazione di gioco; va detto, però, che è l’Hellas ad avere in mano il match. Lo dimostra la traversa che l’ex Roma e Catania Tachtsidis colpisce dalla distanza e, qualche minuto dopo, il piattone in solitaria che Nico Lopez sbaglia clamorosamente sparando alto. Nella ripresa arriva la reazione degli ospiti con Thereau, il quale scarta tutti i difensori ed arriva in area, ma Benussi para con i parastinchi. Qualche minuto più tardi arriva la svolta della partita: il Verona rimane in 10 per l’espulsione di Sala per doppio giallo. I friulani, allora, prendono coraggio e trovano la via del gol con l’eterno Di Natale che rinifisce a dovere con un meraviglioso tacco un croos dalla destra di Widmer: con questa segnatura la fenomenale punta trentottenne supera nella classifica dei marcatori di sempre un certo Baggio. La compagine di Mandorlini non riesce a riprendersi e, nel finale, calano i ritmi: segnaliamo soltanto un palo assai sfortunato di Thereau.

Inter-Chievo 0-0
A San Siro l’Inter, in crescita nelle ultime giornate, ospita un Chievo che ha già raggiunto la salvezza. Il primo tempo si presenta equilibrato e, come era ampiamente prevedibile, i clivensi si chiudono in difesa, aiutati dal 4-4-2 ben congeniato dal tecnico Maran. I nerazzurri, invece, spingono molto soprattutto sulla destra con D’Ambrosio, ma i risultati sperati non arrivano. L’unica occasione degna di nota, infatti, è di Icardi -il più attivo dei suoi- che, ben imbeccato da un cross di Juan Jesus dalla sinistra, colpisce il palo. Nel secondo tempo gli ospiti iniziano spingendo: Paloschi va vicinissimo al vantaggio su assist di Christiansen. L’ex Primavera del Milan taglia la difesa avversaria in due ma a tu per tu con Handanovic gli spara il pallone addosso. Nel finale grandissima doppia occasione ancora per la compagine di Maran che porta alla traversa di Hetemaj ed all’errore ancora di Paloschi, complice anche un errore ingenuo di Ranocchia.

Napoli-Milan ore 20.45

Cagliari-Parma lunedì, ore 20.45

Torino-Empoli mercoledì, ore 15.

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DI SERIE A

Juventus 79**, Roma 64, Lazio 63, Napoli* 56, Fiorentina 52, Sampdoria 51, Genoa 50, Inter 49, Torino 48, Milan* 43, Palermo 43, Udinese 41, Chievo 41, Verona 40, Empoli 38, Sassuolo 37, Atalanta 33, Cagliari* 24, Cesena 24, Parma* 16.
*Una partita in meno
**campione d’Italia

Francesco Bergamaschi

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€