Real Madrid: Cristiano Ronaldo rischia il carcere per frode fiscale

Dopo i problemi di Messi, arrivano anche quelli del rivale, Cristiano Ronaldo. La Agencia Tributaria spagnola ritiene che il campione portoghese del Real Madrid abbia frodato per una somma superiore ad oltre 8 milioni di euro, se Messi era accusato di aver fatto sparire attraverso una rete di società 4,1 milioni di euro tra il 2007 e il 2009 («io firmo e basta», fu la sua giustificazione), al portoghese vengono invece contestati mancati versamenti per 8 milioni di euro tra il 2011 e il 2014.

Ronaldo aveva già versato 5,6 milioni per regolarizzare la sua posizione dopo l’esplosione del caso Football Leaks. Secondo le carte dell’inchiesta, infatti, il Pallone d’Oro avrebbe portato alle Isole Vergini 150 milioni di introiti ricavati dai diritti d’immagine della pubblicità senza dichiararli. 

Adesso il caso passa nelle mani dei giudici, il dubbio è che si tratti di un reato fiscale o di una infrazione amministrativa. I giudici con tutta probabilità, vorranno sentire il protagonista dell’indagine, lo stesso Ronaldo. Se il caso dovesse andare alla giustizia amministrativa, il fenomeno portoghese, oltre a pagare gli 8 milioni di euro, dovrà aggiungere la sanzione, mentre se venisse confermata l’esistenza di un reato l’attaccante del Real rischierebbe di finire in carcere per almeno 21 mesi, alla pari con il grande rivale argentino.