Real Madrid, caso Modric: il croato smentisce di essersi offerto all’Inter

Attraverso il suo profilo Instagram, Luka Modric smentisce categoricamente di essersi proposto all’Inter, smentendo così, in maniera ufficiale, le voci che circolavano dalla Spagna.

“Esto es mayor tonteria en historia!”, tradotto: “Questa è la più grande stupidaggine della storia!”. Queste le parole di Luka Modric, che smentisce categoricamente le voci circolate negli ultimi giorni in Spagna di un suo auto avvicinamento alla causa nerazzura. Secondo i media spagnoli, infatti, il calciatore avrebbe egli stesso scagionato l’Inter dalla denuncia di Perez, dichiarando ai dirigenti della Fifa di essere stato lui a contattare l’Inter.

Le dichiarazioni del calciatore, come ormai avviene di consueto, sono state rilasciate su Instagram in risposta ad una nota pagina social sportiva “Futbolalreves”, la quale annunciava di un Modric che si sarebbe messo in contatto con l’Inter in maniera autonoma. Le motivazioni che lo avrebbero spinto in queste gesta sarebbero relative alla sua voglia di intraprendere una nuova avventura dopo la fine del ciclo madridista (causato dagli addii di Cristiano Ronaldo e Benzema) e il piacere di farlo in una squadra nella quale erano presenti suoi 3 connazionali: Perisic, Brozovic e Vrsaljko. Tutto smentito in maniera ufficiale, per una notizia che, oltre a non farà piacere ai tifosi interisti, non fa altro che alimentare la più lunga telenovela di questo calciomercato.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi