Probabili formazioni Portogallo-Italia: Mancini conferma il 4-3-3

Un’Italia vogliosa di fare bene si prepara alla seconda sfida di Uefa Nations League contro il Portogallo. Per i lusitani si tratta dell’esordio nella competizione, per gli azzurri, invece, di una rivincita personale dopo il brutto pareggio a Bologna contro la Polonia. Mancini pronto a confermare il 4-3-3. Assente CR7 per i padroni di casa.

Riparte dall’ Estádio da Luz di Lisbona l’avventura in Uefa Nations League dell’Italia. Gli azzurri, questa volta, troveranno davanti a sé il Portogallo. L’obbiettivo di Mancini e dei suoi calciatori è annunciato: ripartire dal secondo tempo di Bologna e da Federico Chiesa per portare i primi 3 punti a casa. Per fare ciò il CT si affiderà ad alcuni cambi di formazione, ma non di modulo. Dopo alcune prove negli ultimi giorni di 4-4-2, infatti, lo schema prescelto sembrerebbe essere nuovamente quello di pochi giorni fa: il 4-3-3. 

Novità anche tra gli interpreti di formazione, questa volta a scendere dal primo minuto in campo dovrebbero essere Criscito, Benassi, Chiesa, Immobile e Bonaventura, al posto rispettivamente di Biraghi, Pellegrini; Bernardeschi, Balotelli, Insigne titolari nell’ultimo match. Una sola grossa mutazione, invece, per quanto riguarda i padroni di casa che dovranno fare a meno di Cristiano Ronaldo. 

PROBABILI FORMAZIONI
Italia (4-3-3): Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Chiellini, Criscito; Benassi, Jorginho, Gagliardini; Chiesa, Immobile, Bonaventura.

Portogallo (4-3-3): Rui Patricio; Cancelo, Neto, Pepe, Gurreiro; Sanches, Carvalho, Bruno Fernandes; Bernardo Silva, Andrè Silva, Guedes

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi