Premier League 2019-2020, i verdetti: Manchester United e Chelsea in CL, Leicester e Tottenham in EL, retrocessi Watford e Bournemouth

Tutti gli ultimi verdetti della stagione 2019-2020 di Premier League. Manchester United e Chelsea faranno compagnia a Liverpool e Manchester City in Champions League, mentre Leicester e Tottenham giocheranno l’Europa League. Oltre al Norwich, retrocedono Watford e Bournemouth.

Domenica si è disputata l’ultima giornata della stagione 2019-2020 della Premier League e sono arrivati anche gli ultimi verdetti.

Con Liverpool Manchester City già ampiamente qualificate alla prossima Champions League, restavano da decidere solo le altre due posizioni. Alla fine ad andare in Champions sono state Manchester United Chelsea.

I Red Devils hanno vinto per 2-0 quello che era un vero e proprio spareggio Champions contro il Leicester, mentre i Blues hanno battuto con lo stesso risultato il Wolves. Leicester che dovrà quindi accontentarsi dell’Europa League dopo aver perso parecchi punti nel girone di ritorno che hanno reso impossibile la qualificazione alla Champions.

Perde la qualificazione in Europa League, invece, il Wolves che a causa di una peggior differenza reti viene scavalcato dal Tottenham. Agli Spurs è bastato pareggiare 1-1 sul campo del Crystal Palace nell’ultimo turno per ottenere l’accesso alla seconda competizione europee.

Per quanto riguarda la lotta salvezza a spuntarla è l’Aston Villa a cui è bastato il punto ottenuto sul campo del West Ham (1-1). A retrocedere assieme al Norwich sono quindi Watford, sconfitto 3-2 all’Emirates dall’Arsenal, e Bournemouth a cui a nulla è servita la vittoria sul campo dell’Everton per 3-1.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei