Porto-Juventus 2-1, Pirlo: “Approccio sbagliato dopo il 1′. Gol di Chiesa ci rimette in pista per il ritorno”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a Sky dopo la sconfitta della sua squadra contro il Porto per 2-1. Il tecnico ha lamentato il brutto approccio della squadra, ma ha anche affermato come il gol segnato in trasferta tiene aperta la qualificazione.

Altra sconfitta per la Juventus che dopo aver perso in campionato, perde anche in casa del Porto per 2-1 nell’andata degli ottavi di finale di Champions League.

Pirlo

La partita si mette subito malissimo quando al 1′ il Porto passa avanti con Taremi che sfrutta un errore di Bentancur per battere Szczesny. Nella ripresa, dopo pochi secondi dal calcio d’inizio Marega trova il raddoppio e mette nei guai la Juventus che trova il gol della speranza nel finale con Chiesa.

A Torino basterà vincere solo 1-0 ora per superare il turno ed anche Pirlo a Sky ha affermato come la rete siglata da Chiesa tiene aperti i giochi. Il tecnico bianconero ha affermato come l’approccio sia stato sbagliato dopo aver subito il gol dell’1-0 a freddo: L’approccio è diventato sbagliato dopo il primo minuto, perchè quando prendi un gol così dopo un minuto di partita è normale che un po’ di paura ti viene, ti mancano le sicurezze che non dovrebbero mai mancare quando giochi un ottavo di finale, però i ragazzi si sono un po’ abbattuti perchè non è sicuramente l’inizio che volevamo fare, abbiamo preso un gol strano, poi è stata messa in piedi la partita che volevano fare. La partita era questa, lo sapevamo, loro erano molto bravi a chiudersi, in più dopo il gol nel primo tempo l’hanno messa sulla strada che volevano, quindi è stato molto più difficile”.

Nel primo tempo soprattutto si è vista una Juventus molto simile a quella di Napoli. Pirlo ha sottolineato come la squadra non sia riuscita ad attaccare la profondità poiché troppo lenta nel far girare palla: “L’avevamo preparata per cercare di attaccare la profondità, sia con gli attaccanti che con gli esterni, sia a destra che a sinistra, ma quando ricevi la palla e la tocchi poi sempre 3-4 volte, perdi il tempo e loro riuscivano bene a rientrare soprattutto a centrocampo, anche con i loro difensori”.

Oltre ai problemi avuti in settimana, nel corso della partita Pirlo ha dovuto rinunciare anche a Chiellini. Il tecnico ha fatto sapere come il difensore abbia accusato un risentimento al polpaccio, mentre ha rassicurato tutti su De Ligt, affermando come l’olandese abbia avuto solo crampi. Per Morata, invece, ancora problemi influenzali, con l’attaccante che si è dovuto sdraiare negli spogliatoi a causa di un lieve mancamento e le sue condizioni in vista di Crotone andranno monitorate.

Pirlo ha affermato come anche la stanchezza abbia avuto il suo peso, visto che la Juventus ha giocato tante partite importanti in pochi giorni. Il tecnico bianconero però non perde le speranze per il ritorno: “E’ normale, la stanchezza c’è dopo tante partite, tante partite impegnative, non è facile mantenere lo stesso ritmo, lo stesso livello di attenzione, però quando giochi un ottavo di finale a eliminazione diretta questo non dovrebbe mai succedere. Fortunatamente siamo riusciti a rimettere in pista la gara di ritorno con il gol di Chiesa e adesso ci concentreremo sul ritorno”

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei