Olimpiadi Tokyo 2021, Rachele Bruni quattordicesima nel fondo

Olimpiadi Tokyo 2021, Rachele Bruni fallisce l’appuntamento col secondo podio consecutivo. Argento a Rio, la fondista fiorentina è quattordicesima nella gara vinta dalla pentacampionessa mondiale Ana Marcela Cunha.

Non ce l’ha fatta Rachele Bruni: la fondista fiorentina manca l’appuntamento col secondo podio olimpico consecutivo finendo quattordicesima nella gara dei 10 chilometri alle Olimpiadi Tokyo 2021. Una gara di spessore altissimo, come si confa ad una rassegna importante come quella a cinque cerchi.

La nuotatrice azzurra ha dovuto misurarsi con fuoriclasse del calibro di Ana Marcela Cunha (brasiliana, cinque volte campionessa mondiale) e Sharon Van Rouwendaal (oro olimpico uscente). Proprio l’atleta verdeoro è risultata vincitrice al termine di una prova nuotata in 1:59.30. Argento per la Van Rouwendaal che, pur non confermandosi campionessa olimpica, si dimostra ancora una volta atleta di riferimento nella disciplina. Una sorpresa per il bronzo, l’australiana Kereena Lee, che ha toccato la piastra in 1:59.32, precedendo avversarie ben più quotate come l’argento europeo in carica Leonie Beck e la giovane campionessa iridata Xin Xin, che in realtà ha un po’ disatteso le aspettative classificandosi ottava.

Logo Olimpiadi Tokyo 2021

Per ciò che concerne la gara, la tedesca Beck è passata in testa al primo riscontro cronometrico agli 800 metri, ma è stata l’americana Ashley Twichell a dettare il passo gara. C’è attesa su Rachele, che sembra gestire bene rimanendo nella pancia del gruppo insieme alla Rouwendaal. Ma mentre l’olandese esce pian piano alla distanza, rinvenendo nelle posizioni di testa (è terza ai 7 chilometri), l’azzurra vede ampliarsi il proprio distacco fino a sfiorare il minuto, sicchè si capisce che le speranze di medaglia si sono ormai diradate.

Alla fine è la brasiliana Cunha la nuotatrice capace di trovare il guizzo vincente: dall’alto della propria esperienza, l’atleta verdeoro prende la testa della gara quando manca poco meno di un chilometro e mezzo e riesce a mantenere il gap su un’agguerrita Van Rouwendaal, che deve accontentarsi dell’argento al fotofinish. Le nostre speranze sono ora riposte in Gregorio Paltrinieri, impegnato domani sulla stessa distanza. La condizione fisica del carpigiano, argento negli 800 e quarto nei 1500 in vasca, impone comunque cautela. Greg dovrà gareggiare senza pressioni addosso, ma nelle sue braccia ci sono classe e potenza a sufficienza per provare a fare un’impresa.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus