Olimpiadi Tokyo 2021: Lucilla Boari bronzo nel tiro con l’arco

Arriva la medaglia numero 20 per l’Italia alle Olimpiadi Tokyo 2021: Lucilla Boari batte l’americana Mackenzie Brown nella finale per il bronzo.

Arriva un’altra medaglia al femminile, la prima nella storia del tiro con l’arco, alle Olimpiadi Tokyo 2021: Lucilla Boari vince il bronzo al termine della finale contro l’americana Mackenzie Brown. sconfitta in quattro set con il punteggio complessivo di 7-1.

L’atleta di Mantova completa così il proprio percorso che l’aveva vista ieri eliminare la compagna di squadra Chiara Rebagliati nei sedicesimi di finale e oggi arrendersi solo alla russa Elena Osipova, poi argento al cospetto della fuoriclasse coreana An San, eliminando anche un’avversaria ostica come la cinese Wu Jiaxin ai quarti di finale (6-2 il punteggio finale).

Lucilla Boari, PH: Reuters / Clodagh Kilcoyne

Allo Yumenoshima Park vanno in scena gare molto combattute ed appassionanti. A regalare la maggior dose di pathos è proprio l’americana Mackenzie Brown, due volte vicina al baratro dell’eliminazione e due volte, altresì, a un passo dal sogno di una finale per l’oro.

L’americana viene infatti graziata dalla messicana Alejandra Valencia, che nei quarti di finale spreca due ottime chance per portarsi sul 4-0. La sfida si conclude solo allo shoot off, dopo un punteggio di 5 pari e la Brown riesce a spuntarla con una freccia da 10, più vicina al bersaglio centrale rispetto a quella della sua avversaria.

Protagonista di giornata la fuoriclasse coreana An San, la quale vince l’oro nella finale contro Osipova (sfida risolta anch’essa allo shoot off), ma proprio nella semifinale contro la Brown sciorina tutta la sua classe mettendo a segno sei tiri da dieci consecutivi. La statunitense si dimostra comunque avversaria ostica e, sul punteggio di 4-2, mette in fila una serie perfetta per andarsi a giocare il quinto set in equilibrio. Qui sfiora per due volte il bersaglio da 10 che manderebbe Ko la sua avversaria, ma il quinto set si conclude in parità (28-28) e allo shoot off è l’asiatica a prevalere con una freccia da 10 contro una da 9.

Il grande valore dell’arciera americana dà ancora più spessore alla vittoria di Boari. Oggi è lei a scrivere un piccolo pezzo di storia in un’Olimpiade che fin qui ci ha dimostrati equamente competitivi in campo maschile e femminile.