NBA All-Star Game 2018: nominate le riserve della kermesse di Los Angeles

Dopo la nomina dei capitani (Stephen Curry e LeBron James) e dei titolari (clicca qui), è arrivato il turno delle riserve a completare il quadro delle stelle partecipanti all’All-Star Game 2018, che si terrà allo Staples Center di Los Angeles. Ad operare la scelta sono stati i 30 head coach della NBA, in attesa che Curry e James, come se fossero al campetto, procederanno a scegliere le squadre.

Il logo dell’All-Star Game 2018, che si terrà a Los Angeles il prossimo 18 Febbraio (foto da: basketballinsiders.com)

Delle scelte che hanno comportato, come spesso capita, anche delle polemiche, come quelle seguite alle esclusioni dei vari Paul George, Chris Paul, Louis Williams e Goran Dragic. D’altra parte, c’è da segnalare l’ennesimo record dei Golden State Warriors, che per il secondo anno di fila avranno ben quattro giocatori all’All-Star Game, circostanza mai riuscita a nessun’altra franchigia.

Ma procediamo con ordine, partendo dalla Western Conference. A Los Angeles ci sarà l’MVP in carica, nonché MVP dell’All-Star Game 2015 e 2016, Russell Westbrook, degli Oklahoma City Thunder, alla 7° convocazione; per i Golden State Warriors, a far compagnia a Curry e a Kevin Durant ci saranno l’altro Splash Brother, Klay Thompson, e Draymond Green, rispettivamente alla 4° e 3° convocazione. Due giocatori anche per i Minnesota Timberwolves, con Karl-Anthony Towns (al debutto) e Jimmy Butler (4° convocazione), mentre per i San Antonio Spurs ci sarà LaMarcus Aldridge (6° convocazione). Infine, dopo un biennio di polemiche, torna a far parte della kermesse Damian Lillard (3° convocazione), stella dei Portland Trail Blazers.

Passiamo adesso alla Eastern Conference. Ci sarà Kyle Lowry (4° convocazione), play dei Toronto Raptors, così come Al Horford (5° convocazione), dei Boston Celtics, e Kevin Love (5° convocazione), nonostante il momento difficile passato dai Cleveland Cavaliers e dal giocatore stesso. I Washington Wizards avranno l’onore di schierare i suoi due uomini più rappresentativi, ovvero John Wall (5° convocazione) e Bradley Beal (6° convocazione). Due i debuttanti ad Est: parliamo del lettone Kristaps Porzingis, dei New York Knicks, e Victor Oladipo, degli Indiana Pacers.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo