NBA 2019/20, Risultati 9 Dicembre: Bjielica e Rose regalano il successo all’ultimo secondo a Kings e Pistons

Anche per questa notte, lo spettacolo della NBA non ci ha abbandonato. Qualche ora fa, si è concluso un altro turno ricco di partite ed emozioni. Sono state 18 le franchigie scese in campo per contendersi la vittoria, per un totale di nove incontri. Andiamo dunque a vedere quello che è successo.

Clippers ripartono come ci avevano lasciato ovvero, con una vittoria. Questa volta la vittima della squadra di Los Angeles sono stati gli Indiana Pacers, sconfitti per 99-110. Protagonista della serata è stato Paul George, che per ben 7 anni, dal 2010 al 2017, aveva militato tra i Pacers. “Un giorno racconterò come sono andate le cose quando ho lasciato Indiana e vi prometto che non sarò io quello da fischiare”. Queste sono state le sue dichiarazioni nel post partita. Intanto stanotte ha fatto parlare il campo con 36 punti, 9 rimbalzi e 5 assist. Il migliore per distacco.

Paul George
Paul George protagonista nel match contro i Pacers con 36 punti (foto da youtube.com)

Rimaniamo nelle zone di alta classifica, ma nella Eastern Conference, e passiamo al successo dei Boston Celtics contro i Cavaliers per 110-88. Non c’è stato bisogno del ritorno da titolare per Gordon Hayward nei Celtics, che si sono facilmente sbarazzati degli avversari grazie ad una buona prova corale. Miglior realizzatore è stato Kemba Walker con i suoi 22 punti. Comunque, un ottimo apporto è arrivato anche da parte di Tatum, andato in doppia-doppia con 19 punti e 11 rimbalzi. Sponda Cavs, 19 punti per Clarkson e 17 punti + 11 rimbalzi per Thompson.

La prima sorpresa di giornata arriva da Houston con la vittoria in trasferta da parte dei Sacramento Kings ai danni dei Rockets per 118-119. Di sicuro, non è stata un gara per deboli di cuore. Westbrook ad un secondo dalla fine aveva segnato il canestro del +2 per i Rockets. A quel punto Sacramento ha chiamato il Time-out per decidere la strategia da usare. La mossa si è rivelata vincente perché Bjelica ha scaricato un bomba da 3 punti che è valsa la vittoria per i Kings. Il migliore per Houston è stato Westbrook con i suoi 34 punti, mentre per quanto riguarda Sacramento, diamo il riconoscimento all’eroe di serata Bjelica (17 punti).

Bjelica
La festa di Sacramento per l’incredibile vittoria (foto da Youtube.com)

Dopo il canestro decisivo di Bjelica, restiamo in tema “partite da infarto” con il successo all’ultimo secondo dei Pistons contro i Pelicans per 103-105. Uomo partita è stato Derrick Rose, tra l’altro il migliore dei suoi per punti realizzati stanotte (21). Nona sconfitta consecutiva quindi per New Orleans, a cui non sono bastati i 31 punti di Brandon Ingram. Solo 5′ di gioco per Nicolò Melli e 4 punti ed 1 rimbalzo per lui.

Quindicesima vittoria consecutiva per i Milwaukee Bucks: questa volta la “vittima sacrificale” sono stati i Magic, battuti per 110-101. Continuando a fornire qualche numero, 22^ doppia-doppia in stagione per Giannis Antetokounmpo, che ha chiuso con 32 punti e 15 rimbalzi. In un Orlando ancora priva di Vucevic, fermo ai box per una distorsione alla caviglia dallo scorso 20 Novembre, spicca Fournier. La guardia questa notte, ha realizzato 26 punti, 4 rimbalzi e 2 assist.

Tornano al successo i Toronto Raptors, bravi ad imporsi in trasferta sui Chicago Bulls per 92-93. A guidare i campioni in carica verso la vittoria, ci ha pensato ancora una volta Siakam, questa volta autore di 22 punti. Ai Bulls invece, non sono bastati i 20 punti e gli 11 rimbalzi di LaVine.

Un’altra vittoria in trasferta è arrivata dal campo di Utah, dove i Thunders si sono imposti sui Jazz per 90-104. Fondamentale per Oklahoma è stato l’apporto arrivato dalla panchina con Schroder autore di 27 punti in 31′. Per i Jazz invece, 26 punti da parte di Mitchell e doppia-doppia da 19 punti e 17 rimbalzi per Gobert.

Chris Paul
Canestro incredibile di Chris Paul (foto da youtube.com)

Phoenix Suns si sbarazzano dei Minnesota Timberwolves per 125-109 e tornano così al successo. Ben 3 giocatori sopra i 20 punti per i padroni di casa, Oubre, Saric e Booker, con quest’ultimo alla guida a quota 26. Inoltre doppia-doppia per Ricky Rubio con 16 punti e 14 assist. Per Minnesota invece, non è bastata l’ottima prestazione di Anthony-Towns, andato in doppia cifra per punti e rimbalzi rispettivamente con 33 e 15.

Infine, chiudiamo il resoconto con la sconfitta degli Warriors, ormai scivolati in ultima posizione nella Western Conference, contro i Memphis Grizzlies per 102-110. A capo della vittoria di Memphis troviamo Ja Morant, dall’alto dei suoi 26 punti. Per Golden State da segnalare i 18 punti di Russell e Burks.

Di seguito i risultati della notte:

INDIANA PACERS (15-9) @ LOS ANGELES CLIPPERS (18-7) 99-110

BOSTON CELTICS (17-5) @ CLEVELAND CAVALIERS (5-18) 110-88

HOUSTON ROCKETS (15-8) @ SACRAMENTO KINGS (10-13) 118-119

NEW ORLEANS PELICANS (6-18) @ DETROIT PISTONS (10-14) 103-105

MILWAUKEE BUCKS (21-3) @ ORLANDO MAGIC (11-12) 110-101

CHICAGO BULLS (8-17) @ TORONTO RAPTORS (16-7) 92-93

UTAH JAZZ (13-11) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (11-12) 90-104

PHOENIX SUNS (11-12) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (10-13) 125-109

GOLDEN STATE WARRIORS (5-20) @ MEMPHIS GRIZZLIES (7-16) 102-110

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Maria Laura Scifo

Informazioni sull'autore
Vivo letteralmente per lo sport, avendolo praticato fin dalla giovane età e seguendolo tutte le volte che mi è possibile. In particolare mi concentro sul Basket dalla LBA fino alla NBA, passando per i campionati della mia regione. Inoltre seguo con passione anche il calcio e l'atletica.
Tutti i post di Maria Laura Scifo